domenica , 25 Febbraio 2024

MOTORI: Italiani campioni… di cattive abitudini

Riportiamo la top ten degli oggetti gettati fuori dal finestrino dagli italiani “distratti”.

600 finestri

di Alfredo Nepi

Una curva, A�una��altra ancora e poi lontani da occhi indiscreti, via dal finestrino il mozzicone di sigaretta. A�Quante volte vi A? capitato di vedere questa scena? Il gesto, di per sA� deprecabile, potrebbe diventare pericoloso aumentando il rischio da��incendi e anche di tamponamenti. Eppure il 31% degli automobilisti italiani, sembra fregarsene e dai finestrini gettano di tutto. Il dato emerge da un sondaggio effettuato da Direct Line la compagnia di assicurazione on line.

Al primo posto della classifica della��immondizia gettata dalle auto in corsa, troviamo i mozziconi di sigarette che si confermano il genere piA? gettato dal finestrino. A�In questo gli uomini sono piA? incivili delle donne. Al secondo posto troviamo o fazzoletti di carta usati. A�E qui le donne sono quelle che li gettano di piA?. Forse perchA� alcune sono convinte che siano biodegradabili?

Nella classifica degli oggetti piA? gettati dal finestrino, segue la carta ( scontrini, fogli di giornali, foglietti dei parcheggi, ecc.). A�Al quarto posto invece si piazzano gli avanzi di cibo. Stiamo parlando di rifiuti come: bucce di banana, torsoli di mela, pezzi di pizza/pane. Ea�� vero sono biodegradabili, ma immaginate un motociclista che si trova sulla propria strada un avanzo di cibo; per schivarlo rischia di farsi male. Al quinto posto ci sono i rifiuti piA? pericolosi: le lattine e/o le bottiglie di plastica. Un malcapitato che venisse colpito da un oggetto del genere rischierebbe grosso. Seguono pannolini, A�confezioni vuote ( patatine, snack, gelati) e sacchetti di plastica. Purtroppo in questa classifica ca��A? gente ( e molta A�anche in Trentino) che dal finestrino gettano addirittura A�la��intero sacchetto delle immondizie. A�Ecco quindi che alla visione di tutti questi rifiuti, per chi ama la��ambiente e il rispetto delle regole, aumenti la rabbia di vedere questi a�?furbia�? cavarsela ogni volta senza essere sanzionati. E’ chiaro che A�con certa gente, la persuasione funziona fino ad un certo punto. Oltre bisogna procedere con le sanzioni e se possibile, darle pesanti e costose. Il codice della strada alla��Art. 34-bis. Decoro delle strade a tal proposito recita: A� Chiunque insozza le pubbliche strade gettando rifiuti od oggetti dai veicoli in movimento o in sosta A? punito con la sanzione amministrativa da euro 500,00 a euro 1.000,00A�

Proviamo a capire che cosa ca��A?, alla base della��irrefrenabile voglia di liberarsi della��immondizia e lanciarla dal finestrino? Gli italiani non hanno dubbi: per il 42% il lancio dei rifiuti dalla��auto ha come causa principale la voglia di non riempire la vettura di sporcizia e disordine. A seguire, tra le giustificazioni, si trovano la prevenzione della creazione di cattivo odore nella��abitacolo (38%) e il non poter scendere a buttare il rifiuto quando ci si trova su strade molto trafficate (29%). L’impazienza, cioA? non voler aspettare di trovare un cestino rappresenta il 16%.

Va��invitiamo a riflettere. Sulla strada siamo in molti e che il rispetto A? importante. Gli italiani amano la propria auto ma spesso dimenticano le regole dell’educazione.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *