domenica , 16 Giugno 2024

MUSE: per la festa del papA� arriva il Guerrilla Gardening

A�In occasione della festa del papA�, il MUSE invita scherzosamente papA� e bambini aA�diventare guerrilla gardener per un giorno.

600-guerrilla

Il 19 marzo, i papA� che accompagnano i bambini in visita al MUSE, riceveranno unA�omaggio per riempire di verde la cittA�!

Assieme alla Cooperativa Sociale Progetto 92,A�tutti i papA� in visita al MUSE con i loro bambini il 19 marzo riceveranno un pacchettino conA�semi di lino e le istruzioni per realizzare la propria personale a�?bomba di semia�?.

Le bombe di semi sono un tipo di semina attraverso la quale si puA? velocemente abbellireA�a distanza, con piante e fiori, i terreni e tutte le aree incolte e dimenticate della cittA�. PerA�realizzare le bombe e diffondere la biodiversitA�!

I semi del lino (Linum usitatissimum L.), pianta annuale dai fiori azzurri. Ogni parte dellaA�pianta viene impiegata in vari modi: lo stelo per la produzione di fibre tessili, i semi perA�decotti ad azione emolliente e per estrarne la��olio utilizzato nella pittura e come condimento.

Cosa�� A? la Guerrilla Gardening. La prima volta che viene usato il termine guerrillaA�gardening A? nel 1973, da parte di Liz Christy e il suo gruppo Green Guerrilla (It. GuerrigliaA�verde), nella cittA� di New York. Il gruppo trasformA? un lotto privato abbandonato a seA�stesso in un ridente giardino. Dopo trent’anni questo spazio A? ancora ben tenuto. Se neA�prendono ancora cura alcuni volontari, ma ora gode della protezione del dipartimentoA�parchi di New York.

La guerrilla gardening continua tuttora, quando singole persone piantano segretamenteA�alberi da frutto, o altre piante commestibili perenni, o ancora dei semplici fiori nei parchi,A�lungo le piste ciclabili. Il fenomeno raccoglie tutti gli appassionati del verde che siA�propongono di interagire positivamente con lo spazio urbano attraverso piccoli attiA�dimostrativi, quelli che in gergo vengono chiamati “attacchi” verdi. L’attivitA� principale del

gruppo A? quella di rimodellare ed abbellire, con piante e fiori, le aiuole e le zone dimesse oA�dimenticate della cittA�.

Guarda il video e scopri come fare le bombe di semi!

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *