lunedì , 10 dicembre 2018
Home / danza / Omaggio a HANS VAN MANEN con a�?Introdansa�?- martedA� 27 febbraio a Trento

Omaggio a HANS VAN MANEN con a�?Introdansa�?- martedA� 27 febbraio a Trento

Omaggio a HANS VAN MANEN con a�?Introdansa�? martedA� 27 febbraio a Trento al Teatro Sociale nella��ambito della stagione InDanza

Premiere 20 september 2014, Schouwburg Arnhem
Premiere 20 september 2014, Schouwburg Arnhem

Per la prima volta a Trento al Teatro a�?Socialea�? la danza travolgente e sensuale del maestro olandese Hans van Manen.
“Omaggio a HANS VAN MANEN” sarA� in scena a Trento con a�?Introdans martedA� 27 febbraio nella��ambito della stagione InDanza del Centro Servizi Culturali S. Chiara. La compagnia olandese Introdans, raramente in tournA�e in Italia, sarA� ospite al Teatro Sociale con un programma firmato dal Maestro Hans van Manen. Un trittico che porta lo spettatore a immergersi nella��universo astratto e sensuale del piA? noto coreografo olandese, i cui titoli coronano il repertorio delle maggiori compagnie di balletto mondiali.
Definito il Mondrian del balletto, Hans van Manen vanta mezzo secolo di carriera e uno stile personale inconfondibile, frutto della commistione di rigore formale derivante dalla tecnica accademica, gesti espressivi di natura a�?moderna��, eleganza, ironia e sensualitA�. Il programma proposto da Introdans, compagnia tra le piA? vivaci in Europa e poco presente sui palcoscenici italiani, si intitola Hooray for Hans! ed A? stato composto nel 2017 attingendo a diversi brani celebri del repertorio del maestro per festeggiare il suo ottantacinquesimo compleanno.
Introdans, terza compagnia in ordine di grandezza dei Paesi Bassi dopo il Balletto Nazionale e il Nederlands Dans Theater, ha come mission il trasferimento di uno stile contemporaneo nel balletto, allo scopo di appassionare un pubblico diversificato e trans-generazionale. Dinamismo, sfida alla gravitA� e divertimento sono le componenti di questa compagnia fondata nel 1971 da Hans Focking e Ton Wiggers ad Arnhem sotto il Patrocinio di HRH Principessa Margriet da��Olanda. Da sempre la compagnia ha un rapporto privilegiato con il coreografo piA? importante da��Olanda: Hans van Manen, di cui annovera nel repertorio oltre venti i titoli, tra acquisizioni e creazioni originali.
Nel trittico Hooray for Hans! si trovano le celeberrime Polish Pieces, create nel 1995 per il Nederlands Dans Theater, su musica di Henryk GA?recki in cui dodici danzatori in coloratissime tute attillate sfilano in strabilianti composizioni di movimenti. La��approccio A? piA? contemporaneo nel successivo gioco di coppie In and Out, storico pezzo creato nel 1983 sempre per la��NDT, su canzoni di Laurie Anderson e Nina Hagen, mentre il gran finale della serata – inevitabile data la ricorrenza del compleanno del maestro – A? con torta e festeggiamenti. Il brano si intitola Black cake e fu creato da Van Manen per la ricorrenza dei trenta��anni dalla fondazione del Nederlands Dans Theater nel 1989: una festa elegante tra amici, fashion e pop al tempo stesso, intrisa di abiti da sera, bollicine e champagne su un collage musicale che spazia dalla Patetica di A?ajkovskij allo Scherzo A� la Russe di Stravinsky, alla��intermezzo della��Amico Fritz di Mascagni fino a ThaA?s di Jules Massenet.
MartedA� 27 febbraio i riflettori del teatro Sociale si accenderanno su Hooray for Hans! Alle 20.30.

FOYER DELLA DANZA con Maria Luisa Buzzi

Lo spettacolo Hooray for Hans! sarA� preceduto alle ore 18.00 nel Foyer del Teatro Sociale da un incontro di introduzione alla��opera del coreografo Hans van Manen condotto dalla giornalista e critico di danza Maria Luisa Buzzi, direttore della rivista Danza&Danza.
La��incontro si soffermerA� sulle diverse sfaccettature della personalitA� di questo artista. Ballerino, coreografo e apprezzato fotografo, van Manen ha giocato incessantemente a scacchi con il proprio talento, mai bloccato in una sola casella.
Un percorso artistico il suo, costellato da una diversitA� di eventi: cambi di passo e direzione, passioni fulminee per questo o quel soggetto sottoposto al suo acuto sguardo, successi e riconoscimenti. I suoi balletti, frutto di una sapiente combinazione di tecnica accademica e modern dance, di ironia e sensualitA�, sono in repertorio in piA? di cinquanta compagnie al mondo. Centoventi i titoli creati da quando nel 1957 ha fatto il suo debutto autoriale.
FOYER DELLA DANZA, ad ingresso libero, A? realizzato dal Centro Servizi Culturali S. Chiara in collaborazione con CID a�� Centro Internazionale della danza di Rovereto.

Trento, 23 febbraio 2018

HANS VAN MANEN
Nato nel 1932 a Nieuwer Amstel, Paesi Bassi, Hans van Manen ha danzato nel Balletto Nazionale Olandese come Solista prima di avviare la carriera coreografica. Entrato nella compagnia di Roland Petit a Parigi, ritorna nel suo paese alla fondazione del Nederlands Dance Theatre (NDT) dove ricopre i ruoli di coreografo residente e direttore artistico congiunto dal 1961 al 1971. Nel 1973 si unisce al Dutch National Ballet come coreografo dove rimane per 15 anni, prima di ritornare nel 1988 al NDT, e nuovamente riallacciarsi al Dutch National Ballet nel 2003 dove tuttora lavora. Oltre a NDT e Dutch National Ballet, Hans van Manen ha creato coreografie per Introdans, la terza compagnia del paese in ordine di grandezza. Fuori l’Olanda, le sue opere sono in repertorio allo Stuttgart Ballet, Bayerisches Staatsballett, al Royal Ballet, al Royal Danish Ballet, ZA?rich Ballett, Ballet de la��OpA�ra de Paris, CompaA�ia Nacional de Danza, Wiener Staatsballett, National Ballet of Canada, San Francisco Ballet e alla��Alvin Ailey American Dance Theater.

MARIA LUISA BUZZI

Direttore responsabile della storica rivista Danza&Danza e del portale danzaedanzaweb.com, in qualitA� di giornalista e critico di danza ha collaborato con la Televisione della Svizzera Italiana per diverse edizioni della��Eurovisione dei Giovani Danzatori, con il mensile lifestyle V&S_saper vivere, saper viaggiare, con il portale Mediaset Tgcom. Autrice di diversi saggi sulla danza, A? docente di Storia della Danza presso Accademie e UniversitA� italiane. Cura programmi di sala sulla danza e il balletto per diversi teatri e festival italiani.

Vedi anche

L’università di Trento promuove l’eliminazione della violenza contro le donne

Numerose le iniziative organizzate e sostenute dall’Ateneo in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della …