sabato 21 luglio 2018
Home / evidenza / RICERCA: UniversitA� e conservatorio alla scoperta delle dinamiche della creativitA�

RICERCA: UniversitA� e conservatorio alla scoperta delle dinamiche della creativitA�

UniTrento e Conservatorio sa��interrogano su creativitA� e musica, sperimentazioni, formazione, didattica della composizione musicale, entrata nel mondo del lavoro. Il convegno si apre martedA� 13 dicembre (alle 10) al Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale e prosegue mercoledA� 14 (dalle 9.30) al Bonporti
A�600Conservatorio Bonporti - Fonte conservatorio.tn.it
Trento, 7 dicembre 2016 a�� (e.b.) Talento, ma anche contesto sociale. Ca��A? una forte correlazione tra le pratiche creative di un musicista e la��ambiente in cui agisce, vive e opera. Il risultato emerge con chiarezza da una ricerca svolta alla��UniversitA� di Trento alla��interno del corso di Qualitative Methods della laurea magistrale in Sociology and Social Research, nella��anno accademico 2015-2016. Studenti e studentesse hanno raccolto piA? di cinquanta interviste in profonditA� ai diplomati del conservatorio degli ultimi anni. Le interviste hanno permesso di mettere in evidenza le connessioni tra pratica creativa, processo creativo e produzione culturale nel campo della musica.
I dati saranno presentati nel convegno a�?CreativitA� e musica. Prospettive interdisciplinaria�? in programma martedA� 13 e mercoledA� 14 dicembre. I risultati della��indagine saranno illustrati nella prima giornata di studio, incentrata sullo studio della creativitA� secondo le scienze sociali e umane, con la partecipazione di studiosi italiani e stranieri. Alla��indomani ci si concentrerA�, invece, sulla��insegnamento della composizione musicale nei conservatori italiani. Obiettivo della��iniziativa A?, infatti, offrire una��occasione anche per riflettere sui metodi, le esperienze, i modelli, le sperimentazioni, le pratiche e i problemi che caratterizzano oggi la formazione alla creativitA� musicale. Quattro i principali campi di discussione: tradizioni e/o sperimentazioni, formazione generalista e/o specialistica, esperienze sul campo nella didattica della composizione musicale, transizione formazione-lavoro. I relatori sono docenti di composizione provenienti dai maggiori conservatori italiani, ma anche docenti di altre discipline che comprendono la��insegnamento di pratiche creative. Destinatari sono i loro colleghi, ma anche tutti coloro che si occupano di didattica e insegnamento di pratiche creative.
Il convegno, che rientra nelle iniziative di arricchimento del percorso formativo degli studenti del Piano strategico di Ateneo 2014-2016, A? organizzato dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale e dal Conservatorio di musica Bonporti, in collaborazione con il Laboratorio di filologia musicale del Dipartimento di lettere e filosofia della��Ateneo.
Il convegno si apre martedA� 13 dicembre, alle 10, al Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale (Trento a�� Via Verdi, 26) e riprende mercoledA� 14, alle 9.30, al Bonporti (Trento a�� Via San Giovanni Bosco, 4), dove alle 17.30 si terrA� la tavola rotonda conclusiva su a�?Formare i professionisti della creativitA� musicale: possibilitA� o utopia?a�?.
MartedA� sera sarA� proposto lo spettacolo a�?Nel Flauto magico (altre rifrazioni)a�?, un itinerario innovativo nella musica e nello spazio dell’opera mozartiana, a cura delle classi di composizione del Conservatorio Campiani di Mantova. Lo spettacolo musicale, aperto a tutta la popolazione (a ingresso libero, ma A? richiesta la prenotazione), andrA� in scena alle ore 21 al Bonporti.
Ulteriori informazioni ai seguenti indirizzi:

Vedi anche

A ROVERETO LA MOSTRA FOTOGRAFICA SU MILANO NEGLI ANNI ’30

La mostra rimarrà aperta dal 19 luglio al 30 settembre 2018 con orario da martedì a venerdì dalle ore 10.00 alle ore 18.00, sabato e domenica ore 10.00 alle ore 19.00