giovedì , 29 Febbraio 2024

LA SCUOLA NON BASTA, DATECI IL DOPOSCUOLA

DoposcuolaTrento

Il tempo mattutino della scuola non A? sufficiente, per dedicare il giusto tempo alla riflessione, alla lettura, all’approfondimento, serve il doposcuola. A Trento A? possibile.

“La scuola non basta, dateci il doposcuola”. E’ questo il titolo di una interessante riflessione a firma di Paola Mastrocola che A? stata pubblicata sul Corriere della Sera di domenica 18 maggio (link). La riflessione era basata su una constatazione che molti hanno sicuramente avuto modo di fare: quando gli studenti tornano a casa da scuola sono “risucchiati” in un vortice di stimoli multimediali (sms, chat, social network, televisione) e attivitA� personali (sport, relazioni, …) in mezzo alle quali i “compiti a casa” diventano delle attivitA� fatte controvoglia e in fretta, spesso senza la necessaria tranquillitA�. Basti pensare al continuo susseguirsi di notifiche chat/social da parte degli smartphone di molti degli adolescenti contemporanei.

Tutto ciA? ha ricadute evidenti sul rendimento scolastico, sulle loro capacitA� di approfondimento e comprensione, sulla loro cultura in senso piA? ampio.

La conclusione dell’autrice (che A? anche docente di liceo) A? quindi la seguente: come insegnanti necessitiamo di piA? spazi con gli allievi, di avere modo di “isolarli” parzialmente dal mondo esterno e di far sA� che nel pomeriggio abbiamo il tempo da dedicare alla riflessione, alla lettura, all’approfondimento personale. La richiesta alla scuola pubblica A? quindi quella di trasformarsi, di diventare dei campus aperti 8 ore al giorno, con gli insegnanti coinvolti nell’organizzazione di attivitA� e con spazi (anche fisici) che permettano di stimolare la curiositA� intellettuale dei giovani. PerchA? “A? il tempo l’antidoto alla solitudine e alla iperconnessione che aspettano i ragazzi dopo le lezioni, A? il tempo che stimola attenzione e passione per la lettura.”.

E’ evidente che la scuola italiana A? spesso molto lontana da tale prospettiva, pur con delle eccezioni, ma queste sollecitazioni non possono lasciare indifferenti chi, come noi di Tridentum, opera da anni a Trento nel campo della formazione giovanile ed A? quotidianamente a contattoA�con gli effetti dell’evoluzione della nostra societA�. Tanto piA? in un momento dove le esigenze di bilancio della scuola pubblica impediranno probabilmente per molti anni anche solo di ipotizzare un impegno duraturo a favore di un doposcuola.

Da queste riflessioni, oltre che da richieste dirette in tal senso, A? nato cosA� il doposcuola Tridentum, che permette alle famiglie di affidarci i loro figli per almeno alcuni pomeriggi in settimana, se non tutti. La tranquillitA� che i ragazzi saranno seguiti da insegnanti competenti nelle varie discipline e aiutati nel “fare i compiti”, si associa cosA� ad attivitA� integrative e stimolanti, come i film in lingua originale, ed alla sicurezza in merito al loro essere in un ambiente controllato e tranquillo. Quest’ultimo punto, evidentemente, A? tanto piA? importante quando si tratta di ragazzi e ragazze molto giovani, come nel caso delle scuole medie o addirittura elementari.

L’offerta di un servizio doposcuola A? inoltre funzionale anche alle esigenze familiari, evita ai ragazzi di essere da soli a casa quando i genitori sono entrambi al lavoro ed impossibilitati al controllo e alla assistenza in prima persona del figlio.

Vedi anche

Campagna promozionale 2017: con un risparmio fino al 30% Thermo65 HA�rmann, isolamento termico ai vertici.

Fino a fine anno, la porta da��ingresso Thermo65 sarA� disponibile ad un prezzo assolutamente vantaggioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *