venerdì , 28 febbraio 2020
Home / evidenza / SEVEN DEADLY FOLKS: protagonisti del “Giardino d’estate”

SEVEN DEADLY FOLKS: protagonisti del “Giardino d’estate”

600 2

Il quarto dei dieci concerti in calendario nel a�?Giardino d’Estatea�? avrA� per protagonisti i SEVEN DEADLY FOLKS, la cui esibizione sarA� introdotta dal gruppo A�THE SKATARADAA�.

Prosegue a Trento la rassegna A�IL MARTEDA? DELLE BANDA�, organizzata nel a�?Giardino d’Estatea�? in via S. Croce dal Centro Servizi Culturali S. Chiara. MartedA� prossimo, 22 luglio, sarA� la volta dei A�SEVEN DEADLY FOLKSA�, il cui concerto sarA� anticipato dall’esibizione del gruppo A�THE SKATARADAA�, in qualitA� di Opening band.

I SEVEN DEADLY FOLKS una band a�?Irish Folk Rocka�? trentina la cui proposta musicale A? caratterizzata dai ritmi sostenuti del punk/rock irlandese e da uno spirito da Kombakt folk. Il repertorio A? composto da cover di molti artisti: dagli italianissimi Modena City Ramblers, agli irlandesi The Dubliners e The Pogues, fino agli americani Floggin Molly e Dropkick Murphys.

Un concentrato di energia e di entusiasmo, capace di appassionare il pubblico e di coinvolgerlo in canti, cori e danze scatenate.

La band A? nata a Trento all’inizio del 2011e la formazione attuale vede Marco Micheli alla voce, Davide Butturini alle chitarre, Luca Tasin al basso, Patrizia Vaccari al violino, Valentina Zanetello al flauto e ottavino, Luca Degasperi alla batteria e Stefano Postal al banjo.

Numerose sono state le occasioni in cui i 7DeFo si sono esibiti: molti festival e feste locali, ma anche partecipazioni a manifestazioni di alto livello quali il Brintaal Rintaal Celtik Folk di Valstagna, Irlanda in festa a Padova e un paio di concerti all’estero a Riga, capitale della Lettonia. Diversi sono anche i riconoscimenti ottenuti in concorsi locali per Cover Band.

MartedA� 22 luglio il concerto dei SEVEN DEADLY FOLKS sarA� introdotto dal gruppo THE SKATARADA che si esibirA� in qualitA� di Opening band. Il gruppo A? nato nel 2012 dalla voglia di Odo, Pedro e Lucius di suonare assieme. Ai tre si A? poi aggiunta una sezione fiati con Lukas al trombone e Massimilano alla tromba e Alby Calo alla voce.

Si sono lanciati subito su Mad Caddies, Specials, Toots & the Maytals e il loro primo concerto, il concorso per Flatstock, li ha visti selezionati per la fase finale. Dopo aver perso il loro a�?compagno di trombaa�? hanno proseguito a�?piA? cattivi che maia�?.

Sul palco del a�?Giardino d’estatea�? martedA� 22 luglio saranno in palcoscenico Alberto Calovi (voce), Lukas Tait (trombone); Lorenzo Odorizzi (chitarra); Luca Ferrari (basso) e Andrea Pedron (batteria).
I riflettori si accenderanno alle 21,00 e il pubblico potrA� assistere gratuitamente ad entrambi i concerti.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …