lunedì , 3 Ottobre 2022

SOLSTIZIO D’ESTATE
23A�edizione con i BAUSTELLE

I Baustelle sono assurti in breve tempo a gruppo di culto dell’indie-rock italiano.

Nati a Siena intorno al 1994 come classica formazione di studenti universitari che condividono la passione per la musica, nel 2005 sono giA� un gruppo affermato, cercato da un colosso come la Warner per a�?La Malavitaa�?, un disco con una produzione “finalmente hi-fi”, ma anche un punto di rottura con il passato.

Prima con i “baustelle2013_gianluca_moro, poi con “Fantasma” si scoprono piA? maturi, confermando la tendenza verso un pop orchestrale d’autore.

L’attesissimo disco, pubblicato il 29 gennaio 2013, si presenta come il loro lavoro piA? ambizioso. Lo slancio di Bianconi verso una perfezione pop densa di classicismo raggiunge qui il suo apice. Un disco organizzato come un film, con tanto di titoli di testa e di coda, interpretabile al tempo stesso come la sua colonna sonora immaginaria, dal taglio profondamente sinfonico, densa di esoterismo, di sonoritA� spettrali, di citazioni letterarie e cinematografiche.

Tutto A? intriso di quel maledettismo figlio di Baudelaire e della a�?Spoon River Anthologya�? di Edgar Lee Masters, la percezione dei fantasmi come specchi riflettenti il nostro io, e la conclusione che spesso i piA? temibili spettri siamo proprio noi stessi. Ma non ca��A? soltanto scuro pessimismo cosmico, le argomentazioni sono grevi soltanto in apparenza: bastano pochi approfondimenti per comprendere quanto in queste liriche a trionfare siano la speranza, la��amore, la vita.

Scopri tutto il programma

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *