mercoledì , 28 Febbraio 2024

STAGIONE TEATRALE 2014/2015: Presentato a Trento il cartellone della Lirica e della Danza

Quattro allestimenti lirici, due in scena a Trento e altrettanti aA�Bolzano, ed otto spettacoli di danza di cui sei saranno ospitati al TeatroA�Sociale e due al a�?Comunalea�? di Bolzano per la stagione teatrale 2014/2015.

600-stagione teatrale 2014

E’ il doppio cartellone regionale perA�il quale si rinnova anche per la Stagione 2014/2015 la collaborazione delA�Centro Servizi Culturali S. Chiara con la Fondazione Orchestra Haydn e conA�la Fondazione Teatro Comunale e Auditorium di Bolzano. La presentazioneA�degli spettacoli A? avvenuta oggi a Trento nel corso di una ConferenzaA�Stampa che ha visto alternarsi al tavolo dei relatori i responsabili delle treA�istituzioni culturali: il presidente Ivo Gabrielli e il direttore FrancescoA�Nardelli per il Centro S. Chiara; la direttrice Alessandra Belvisi e ilA�responsabile dell’area artistica Emanuele Masi per la Fondazione TeatroA�Comunale e Auditorium di Bolzano; la presidente Chiara Zanoni Zorzi e ilA�responsabile della progettazione artistica Daniele Spini per l’OrchestraA�Haydn. Sono intervenuti all’incontro con i giornalisti il Dirigente del ServizioA�AttivitA� culturali della Provincia autonoma di Trento, Claudio Martinelli,A�l’assessore alla Cultura del Comune di Trento, Andrea Robol, e i dueA�consulenti artistici del CSC Cristina Pietrantonio (per la Lirica) e LanfracoA�Cis (per la Danza) che sono entrati nel merito degli spettacoli in cartellone.

L’inaugurazione della Stagione lirica avverrA� venerdA� 10 ottobre 2014 alA�Teatro Sociale di Trento (seconda recita domenica 12) con la��opera Don PasqualeA�di Gaetano Donizetti per la regia di Maurizio Nichetti. A�Una nuova produzione a��A�ha spiegato il direttore del Centro Servizi Culturali S. Chiara, Francesco Nardelli a��A�assegnata ad un regista noto soprattutto per la sua creativitA� nella��abbinare allaA�messa in scena teatrale nuovi linguaggi visuali e continuare cosA� l’esplorazioneA�delle possibili scenografie visuali, giA� avviata negli anni passati. Si A? volutoA�rispettare un equilibrio, mantenendo questa linea per la nostra produzioneA�annuale, ma co-producendo con il Teatro Comunale di Modena anche un titoloA�della grande tradizione verdiana, ‘Rigoletto’ (in scena il 5 e 7 dicembre 2014), inA�un allestimento assolutamente tradizionale, con la regia di GiandomenicoA�VaccariA�. Facendo anche riferimento al gradimento manifestato nel recenteA�passato dal pubblico, Nardelli ha definito quello della stagione a dimensioneA�regionale A�un progetto sinergico e vincente, frutto di un’efficienza produttiva cheA�vede partecipe anche il pubblico nel rendersi disponibile ad uno spostamento sulA�territorio fra Trento e Bolzano.A�

Sulla validitA� della collaborazione avviata fra le tre Istituzioni si A? espressaA�Alessandra Belvisi che l’ha definita A�un moltiplicatore di interessi culturalia�?A�,A�termine questo che A? stato ripreso, nel suo intervento, anche da Ivo Gabrielli.

Chiara Zanoni dell’Orchestra Haydn ha parlato di A�progetto unitario che vedeA�soggetti diversi riversare in un obiettivo comune le competenze che liA�caratterizzanoA� e Claudio Martinelli ha concluso sottolineando che A�questaA�forma di collaborazione A? espressione di strategie che rientrano nei nuoviA�paradigmi dei processi culturali e addirittura anticipa i contenuti dell’accordoA�siglato il 28 agosto scorso dagli assessori alla Cultura dell’EuregioA�.

Le produzioni liriche vedranno impegnata la��Orchestra regionale Haydn perA�la��esecuzione musicale e un cast cantanti di assoluto pregio. La nuova stagioneA�sarA� anche la��occasione per formalizzare la��istituzione di un coro lirico regionale,A�diretto dal MA� Luigi Azzolini, che verrA� impiegato in due dei quattro titoli dellaA�proposta stagionale, a suggello di una collaborazione che si auspica possaA�sempre piA? consolidarsi nel tempo.

I titoli lirici proposti a Bolzano e inseriti nella stagione regionale, sarannoA�Don Giovanni di W. A. Mozart (22 e 23 novembre 2014), con la regia di GrahamA�Vick in coproduzione con il Circuito Lirico Lombardo, e Faust di Charles GounodA�(21 e 22 gennaio 2015), in coproduzione con il Landestheater Dresden.

Viene confermata anche quest’anno la proposta di un abbonamentoA�regionale con messa a disposizione di un pullman navetta tra le due cittA� e laA�visita guidata alla scoperta di luoghi meno noti della cittA� partner. Al pubblicoA�trentino quest’anno verrA� offerta la possibilitA� di visionare il Monumento allaA�Vittoria e annesso museo di recente ristrutturazione.

Per quanto riguarda invece la Stagione InDanza 2014/’15 promossa dalA�Centro Servizi Culturali S. Chiara, la��offerta A? stata incrementata quest’anno a seiA�titoli. Anche in questo caso si ripropone il progetto regionale in collaborazione

con la Fondazione Teatro Comunale di Bolzano. La��abbonamento regionale sarA�A�articolato su quattro titoli, due in scena a Trento e due a Bolzano, oltre allaA�possibilitA� di poter assistere ad uno spettacolo anche nel rinnovato TeatroA�Zandonai di Rovereto.

La��apertura A? fissata per il 16 ottobre 2014 al Teatro Sociale e vedrA� per laA�prima volta in regione il Balletto della Fondazione Arena di Verona con unaA�produzione del nuovo coreografo stabile Renato Zanella, Medea.

La stagione si comporrA� di presenze nazionali ed estere, proponendoA�novitA� come la compagnia israeliana Inbal Pinto Dance Company (13 novembre)A�e quella inglese dei Ballet Black (18 dicembre); ovvero ritorni di grandiA�coreografi come Shen Wei (11 febbraio 2015). EsplorerA� inoltre il gioco traA�danza e mondi immaginifici, realizzati grazie a nuove tecniche applicate alloA�spettacolo dal vivo con le coreografie della compagnia compagnia italianaA�NoGravity, di ritorno da una trionfale tournA�e estera (23 marzo); per concludersiA�il 16 aprile con la��energia estetica al maschile dei BalletBoyz. (F. L.)

Vedi anche

A Rovereto l’Urban Festival Summer Edition 2019

Venerdì 28 giugno 2019 a partire dalle 18.00 nel centro storico della città di Rovereto, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *