martedì , 29 settembre 2020
Home / evidenza / UNIONE EUROPEA: Gli studiosi di Uni TN ne analizzano dinamiche e modificazioni

UNIONE EUROPEA: Gli studiosi di Uni TN ne analizzano dinamiche e modificazioni

Dal trattato di Roma del 1957 che ha istituito la ComunitA� economica europea alle prime elezioni del Parlamento europeo del 1979. Appuntamento lunedA� 7 novembre al Dipartimento di Lettere e Filosofia della��UniversitA� di Trento

600-cee-nelle-vignette-satiriche

Messaggi che descrivono i vantaggi della scomparsa delle frontiere e altri che, alla��opposto, prevedono danni, suscitano paure, costruiscono e denigrano nemici. Racconti di muri e da��integrazione. Dal 1957 a oggi la comunicazione sulla��Europa ha conosciuto stagioni diverse. Ci sono stati i documentari propagandistici della CEE, la ComunitA� economica europea, realizzati negli anni Cinquanta e Sessanta e i manifesti elettorali delle prime elezioni europee. Ma ci sono state anche le vignette di satira politica pubblicate sulle riviste sovietiche. Su questo e altro materiale si concentrano gli studiosi del Dipartimento di Lettere e Filosofia della��UniversitA� di Trento coinvolti nel progetto europeo a�?WAI a�� Walls and Integration: Images of Europe buildinga�?.
Un approfondimento sulle loro attivitA� di ricerca si farA� lunedA� 7 novembre nel seminario, in lingua inglese, a�?(De)Constructing European Narratives from the Treaty of Rome to the First European Electionsa�?, alle 16, nella sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia (Trento a�� Via Tommaso Gar, 14).
A�Con il seminario a�� annuncia Simone Attilio Bellezza, coordinatore della��incontro a�� si intende riflettere su come diversi attori sociali abbiano cercato di affermare o di avversare, nel periodo che va dalla firma dei Trattati di Roma fino alle prime elezioni del Parlamento europeo, una comune identitA� europea attraverso la��utilizzo delle immagini. Faremo una panoramica su come il processo europeo sia stato presentato ai cittadini e sia stato da loro percepitoA�. Simone Attilio Bellezza farA� una��introduzione al progetto WAI attraverso la��anti-narrazione sovietica. A seguire la lezione di Gabriele Clemens (UniversitA�t Hamburg) su a�?La costruzione di una narrazione europea con i film negli anni 1950 e 1960a�?. Quindi la��intervento di Umberto Tulli (UniversitA� di Trento) su a�?Divisi dalle elezioni europee? Narrative nazionali della��europeitA� e le prime elezioni del Parlamento europeoa�?. DiscuterA� con loro Giovanni Bernardini (Fondazione Bruno Kessler/Istituto storico italo-germanico di Trento).
Gli studiosi di UniTrento sono coinvolti nelle attivitA� del progetto WAI (prog. n. 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM), capofila il Comune di Macerata, finanziato dal programma a�?Europa per i cittadinia�?. Ulteriori informazioni: http://www.wallsandintegration.com
In allegato, oltre al comunicato stampa, alcune immagini:
CEE – Il mercato europeo in una vignetta tratta dalle due maggiori riviste satiriche sovietiche: A�KrokodilA� e A�Pereca��A�;
Barricate in Ucraina a�� Una foto scattata durante la rivoluzione della��Euromaidan del novembre 2013-febbraio 2014 a favore dell’uscita dalla Russia e dell’entrata nell’UE (fonte: collezioni del costituendo Museo della rivoluzione della dignitA�);
Festival GioventA? a�� Studenti italiani rilasciano autografi ai colleghi sovietici durante il Festival mondiale della gioventA? democratica e degli studenti, che si tenne a Mosca nella��agosto 1957 (fonte: Cine-Foto-Fono-Archivio centrale statale della��Ucraina a�?H.S. PA?enyA?nyja�?).

 

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …