domenica , 14 Luglio 2024

UniversitA� di Trento
Quando l’innovazione entra in corsia

FISICA E MEDICINA. Fisica sanitaria, ingegneria clinica e nanotecnologie: quando l’innovazione entra in corsia
Secondo appuntamento del ciclo “La nuova (bio)medicina: come ci cureremo?” promosso dall’Associazione Ricerca Medica Trentina (ARMET) e dall’UniversitA� di Trento

VenerdA� 22 novembre ore 17.30 – CaffA? CittA�, Piazza Cesare Battisti, 10 – Trento

Con Giandomenico Nollo, ricercatore di Biotecnologie, UniversitA� degli Studi di Trento, responsabile Progetto IRCS, Innovazione Ricerca Clinica e Sanitaria, PAT e FBK e con Aldo Valentini, direttore del Servizio di Fisica sanitaria, APSS, Trento.

Il ciclo dei caffA? di Biomedicina
Quali vantaggi possono portare alla medicina la ricerca e le nuove tecnologie introdotte in campo sanitario? Che cosa sono la biomedicina, la fisica sanitaria, la neuroncologia e in che modo possono aiutare a combattere le varie patologie? A questi e ad altri interrogativi sul rapporto tra ricerca e medicina daranno risposta i medici e i professori coinvolti nel nuovo ciclo di appuntamenti promossi dall’UniversitA� di Trento e dall’Associazione Ricerca Medica Trentina (ARMET). Organizzato in collaborazione con l’Azienda provinciale per i servizi sanitari (Apss), il primo ciclo di caffA? scientifici “La nuova (bio)medicina: come ci cureremo?” A? ospitato nel CaffA? CittA� di Piazza Battisti a Trento, da novembre fino a Natale. La seconda parte degli incontri, che saranno sempre di venerdA� alle 17.30, si terrA� invece a inizio 2014.

Ogni appuntamento sarA� caratterizzato dalla esposizione di due esperti, un medico del sistema sanitario provinciale e un docente universitario, che si confronteranno sulle nuove linee di tendenza terapeutiche. L’iniziativa ha l’intento di portare a conoscenza del pubblico come si stia muovendo la ricerca in campo sanitario fornendo il punto di vista dell’accademia e del servizio sanitario. L’unione delle diverse esperienze vuole, inoltre, favorire la sempre maggiore integrazione tra assistenza e ricerca nella nostra realtA� provinciale. I temi verranno trattati in maniera semplice e interattiva per facilitare la partecipazione del pubblico

Maggiori informazioni e il calendario degli appuntamenti previsti per la prima parte del ciclo sono disponibili sul sito dell’universitA�.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *