lunedì , 4 Marzo 2024

Focaccia dolce
L’angolo goloso di Evelyn

Buon pomeriggio a tutti i lettori di Trento Blog!

Questa sera voglio lasciarvi una ricetta lampoa�� si tratta di una focaccia dolcea�� mmm…
Si ok, anche tu stai facendo la faccia che ho fatto io quando ho visto la ricetta… perA? mi incuriosiva… poi sono venuta a scoprire che A? una focaccia tipica alessandrinaa�� iper golosa…

La��impasto della focaccia dolce A�A? quello di una focaccia normale, ma con sopra uno strato di zucchero caramellatoa�� che obbliga a leccarsi le dita non appena si ha finito la gustarlaa��

Non ci credi? Non ti resta che provare!!
Io la��ho realizzata per lo spuntino notturno durante il mio turno in ospedale! Ci voleva una botta di vita cosi!

Ecco la ricetta:
a�? Per la Pasta
A? cubetto di lievito
500 gr di farina
zucchero qbA? bicchiere di latte
acqua qb
sale

a�? Per la Copertura
A? bicchiere di olio
A? bicchiere di acqua
100 gr di zucchero (io di canna)

Sbriciolare il lievito nella farina poi aggiungere un pizzico di zucchero e il latte e impastare.
Unire anche acqua e sale e lavorare per circa 10 minuti la��impasto. (io mi sono aiutata con la planetaria, si fa il tutto in un blitz!)
Far lievitare coperto per almeno un ora (se si ha piA? tempo anche 2 ore, meglio), poi stendere la��impasto su una placca con carta forno. Io qui ho fatto lievitare un altra ora dopo che la��avevo stesa, ho fatto una doppia lievitazione, se non avete tempo potete saltarla, ma secondo me ne vale la pena aspettare un attimino un piA?.
Bagnare la pasta con olio e acqua, schiacciando bene con le dita.
Spolverizzare con lo zucchero e infornare a 250 gradi per 15 minuti.

Si vede lo zucchero? Gnammmmmmm
Buon appetito! Ops, volevo dire… Buon spuntino!

Vi A? piaciuta la mia ricetta?
Per scoprirne altre vi rimando al mio blog.
oppure alla mia Fan Page su Facebook.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *