domenica , 26 Maggio 2024

63.TRENTO FILM FESTIVAL E UISP: La montagna per tutte/i

Dalla collaborazione tra UISP e Trento Film Festival si apre un riflessione sullaA�montagna come spazio di uguaglianza: appuntamento sabato 2 maggio alle ore 17.00

600-La montagna per tutti_VOLANTINO

Possono la montagna e le terre alte essere luoghi dove sperimentare pratiche di inclusioneA�e uguaglianza? A? possibile pensare ad una montagna accessibile e aperta a tutte/i, senzaA�discriminazioni di abilitA�, attitudini, genere, condizione economica, provenienzaA�geografica? Sono queste alcune delle domande alle quali si proverA� a dare risposta inA�occasione della tavola rotonda a�?La montagna per tutte/i: diritti, opportunitA�,A�accessibilitA�a�?, organizzata dalla��UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) del Trentino inA�collaborazione col Trento Film Festival, che coinvolgerA� molte realtA� impegnate sul fronteA�della promozione delle attivitA� in ambiente montano rivolte a tutte/i le/i cittadine/i.

La��appuntamento A? alle ore 17.00 di sabato 2 maggio presso la��Aula Magna FBK, in ViaA�S. Croce 67, Trento. Moderati dal giornalista Zenone Sovilla, interverranno SantinoA�CannavA? (UISP Lega Montagna), Claudio Colpo (associazione a�?Montagna solidalea�?), SaraA�Foradori (CSM Trento a�� a�?Stella polarea�?), Egidio Bonapace (Presidente Accademia dellaA�Montagna), un referente del Collegio delle Guide Alpine e il Presidente del Trento FilmA�Festival Roberto De Martin.

Lo spunto A? stato dato da a�?Compagni di cordataa�?, un progetto UISP finanziato delA�Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nella��ambito della legge 383/2000, che si A?A�svolto in 10 territori su tutto il territorio nazionale, dal Piemonte alla Sicilia. In Trentino,A�su questo progetto la��UISP ha collaborato con la cooperativa Irifor e il Centro di SaluteA�Mentale: sei volontari e quattro operatori hanno accompagnato un gruppo di dieci ragazzeA�e ragazzi alla scoperta della montagna, attraverso uscite che ne hanno messo a valoreA�competenze e abilitA�, ognuno a sostegno dell’altro.

Alla base di questa riflessione c’A? la convinzione che per tutte/i, a prescindere dalle diverseA�abilitA�, vada affermato il principio secondo il quale impegno, tenacia, costanza, sianoA�elementi indispensabili in un percorso di affermazione della propria soggettivitA� eA�autonomia. Le attivitA� in ambiente naturale, per la caratteristica di svolgersi su un terrenoA�da��azione vario, imprevedibile e spesso insidioso, fortemente caratterizzato dalle stagioni eA�dalle condizioni climatiche, con una varietA� di situazioni imponderabili, in un contestoA�spesso psicologicamente difficile, rappresentano un terreno valido dove la diversitA� traA�abile e disabile in taluni casi si azzera e non rappresenta in ogni caso una condizioneA�favorevole per il primo ma, in funzione del contesto, la diversa abilitA� di un disabile puA?A�essere determinante nella dinamica del gruppo.

La tavola rotonda sarA� la��occasione per firmare un protocollo di collaborazione tra il TrentoA�Film Festival e la��UISP nazionale e locale, per confermare la��intenzione di un lavoroA�pluriennale: obiettivo, cooperare in sinergia per portare dentro al Film Festival temi diA�forte valenza sociale e per contaminare il mondo della montagna con quello dello sportA�sociale e di cittadinanza: a fondamento di questo, la condivisione di una��idea di montagnaA�come possibile spazio di uguaglianza e di diritti.

Ufficio stampa UISP Comitato del Trentino

Per info: 349 4474159 a�� redazione.trento@uisp.it

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *