domenica , 23 Giugno 2024

“COLPI DI FULMINE”
Alla prima sarA� presente il cast

Il 13 dicembre sui grandi schermi di tutta Italia approda l’attesissimo A�Colpi di FulmineA�, diretto da Neri Parenti e girato in Trentino per otto settimane, tra settembre e ottobre, precisamente nel Primiero, a Rovereto e a Trento.

Nella CittA� del Concilio la prima proiezione A? in programma alle 21, presso il Cinema Vittoria.

In sala, fra il pubblico, sarA� presente anche il cast al gran completo: innanzitutto gli attori Christian De Sica, Luisa Ranieri, Lillo & Greg, Simone Barbato ed Anna Foglietta, ma anche il regista Neri Parenti, campione di incassi al botteghino, e i produttori Aurelio e Luigi De Laurentiis.

Tante le localitA� trentine immortalate dalla cinepresa.

A cominciare dal Primiero: qui, precisamente in Val Canali, A? avvenuto il primo ciak, con De Sica, la Ranieri e la cantante Arisa impegnati a bordo di un kayak sull’omonimo torrente.

Poi tante altre riprese fra boschi e piccoli centri abitati, intervallati da immagini spettacolari delle Dolomiti viste da San Martino di Castrozza.
Quindi la troupe si A? trasferita a Rovereto, nel centro storico ed infine a Trento, dove i protagonisti sono stati alcuni fra i piA? suggestivi scorci della cittA� del Concilio.

In attesa del responso dei botteghini, grande A? la curiositA� che accompagna l’uscita della pellicola, che affronta in chiave di commedia il tema della��amore a prima vista.

Nella prima parte uno psichiatra (Christian De Sica) finisce per errore nel mirino del fisco. Temendo di andare in galera prima di riuscire a chiarire la sua posizione, si traveste da prete e si rifugia in un paesino del Trentino, dove si spaccia per il nuovo parroco della piccola comunitA�.

Da qui seguiranno diversi colpi di scena, a sfondo sentimentale. La seconda parte del film A? ambientata a Roma e ha per protagonisti Lillo e Greg.
Quest’ultimo interpreta l’ambasciatore italiano presso la Santa Sede, costretto per amore di una pescivendola a trasformarsi in un vero A�coattoA�.

Fonte: www.ladigetto.it

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *