venerdì , 25 settembre 2020
Home / evidenza / CONSERVATORIO BONPORTI: GiovedA� 11 giugno gran concerto in Santa Maria Maggiore

CONSERVATORIO BONPORTI: GiovedA� 11 giugno gran concerto in Santa Maria Maggiore

GiovedA� 11 giugno 2015, termina con un gran concerto nella Chiesa di Santa MariaA�Maggiore ad ore 21.00 la manifestazione Mondi Corali, il ciclo di appuntamenti che ormai daA�diversi anni a questa parte il Conservatorio a�?Bonportia�? di Trento dedica alla coralitA�.

INAUGURAZIONE ANNO 2013 14 CONSERVATORIO BONPORTI SPETTACOLO

Fulcro dellaA�serata A? il Requiem di Mozart, presentato con solisti e il Coro da Camera del a�?Bonportia�? nellaA�versione con il pianoforte a quattro mani al posto dell’orchestra realizzata nell’Ottocento da CarlA�Czerny. Il capolavoro mozartiano sarA� diretto dal prof. Lorenzo Donati, curatore dellaA�manifestazione. Al pianoforte ci saranno le studentesse Valeria Affatato e Marinella Dell’Eva. AdA�introduzione della serata verranno eseguite tre brevi pagine di Arvo PA�rt.

Sabato 13 giugno (Chiesa di Santa Chiara, vicino all’Auditorium in Corso 3 Novembre, oreA�20.30) diventa protagonista il Dipartimento di Musica Antica che propone una serata tra voci eA�strumenti antichi dal titolo a�?Audivi vocem de caeloa�?, incipit di una pagina di Carissimi con cuiA�aprirA� il concerto. L’appuntamento coinvolge una trentina di studenti iscritti al a�?Bonportia�? tra solistiA�cantanti, coro e strumentisti, tutti giovani che hanno deciso di perfezionarsi in questo ramo cosA�A�intimo e raffinato della musica tra tiorbe, dulciane e flauti dolci.

A�Il concerto di sabato coinvolge alcune classi del Dipartimento di Musica Antica a�� spiega il prof.A�Roberto Gianotti, coordinatore nonchA� direttore dell’ensemble nella serata – e in primo luogoA�la classe di Canto Rinascimentale e Barocco della prof.ssa Lia Serafini. Il programma A?A�interamente dedicato alle musiche di Giacomo Carissimi, uno dei piA? grandi compositori dellaA�Scuola Barocca Romana. Verranno eseguiti alcuni suoi Mottetti per voci e basso continuo e,A�infine, l’Oratorio Jephte nella verione trascritta dal suo allievo Charpentier. Molte delle opere diA�Carissimi furono disperse e alcune sono sopravvissute solo grazie alla trascrizione dei suoi allieviA�famosi tra i quali ci sono Cesti, Bononcini e Alessandro Scarlatti che perfezionarono la tecnicaA�barocca soprattuttto del Recitativo, al quale Carissimi aveva dato un grande contributoA�.

L’ingresso per entrambi i concerti A? libero e gratuito.

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …