venerdì , 19 Aprile 2024

EUROCUP: la Dolomiti Energia Trentino viene sconfitta dal Trabzonspor (anche) in differita

Hardy e Flacca

L’Aquila Basket Trento viene sconfitta in Turchia dal Trabzonspor per la gara di Eurocup. Tifosi trentini beffati da Sportitalia che, senza preavviso, ha trasmesso la gara in differita alle 20.30 invece che in diretta alle 18.

Nel mercoledA� dedicato alle Coppe Europee, Trento cade pesantemente in Turchia dove il Trabzonspor si impone con un secco 92 a 70; non basta un super Davide Pascolo con i suoi 21 punti e 4 rimbalzi alla compagine del a�?Buscaa�?, per riuscire a portare in casa bianconera la seconda vittoria dopo quella ottenuta sette giorni fa al PalaTrento contro i cugini della Brissin Bon Reggio Emilia. La squadra Turca apparsa in difficoltA� solo nella prima frazione dove Wright aveva possentemente preso in mano le redini della��attacco e della difesa, ha subito risposto presente il super made in Usa Hardy, che con i suoi 23 punti e 9 assist a letteralmente trascinato il team azzurro-granata alla loro prima vittoria nel girone; nella��altra sfida del gruppo K del Last 32 di EuroCup, uno scatenato Pietro Aradori che realizza 22 punti, porta alla vittoria la squadra Emiliana sui Turchi del Pinar per 88 a 81, un girone Italo-Turco assolutamente equilibrato dunque, con tutte le formazioni appaiate con due punti in classifica.

Dolomiti Energia Trentino che si dovrA� buttare quanto prima alle spalle questa sconfitta, sabato i ragazzi bianconeri saranno di scena nella difficile trasferta al Forum da��Assago contro la a�?riccaa�? Armani Milano, sconfitta al PalaTrento nella prima gara del girone di andata della serie A Beko 2015/2016.

Da segnalare, purtroppo, l’ennesimo trattamento irrispettoso riservato da Sportitalia (che detiene i diritti televisivi per le gare dell’Aquila in EuroCup) ai tifosi trentini. Diverse persone, infatti, hanno fatto rientro a casa alle 18 per assistere al match che A? stato perA? posticipato in differita dall’emittente proprio all’ultimo. Questo fatto, unito all’episodio nel quale non vennero mostrati i minuti finali di un match per fare spazio ai risultati calcistici, ha fatto infuriare diversi tifosi che hanno protestato sia sui canali dell’emittente che sulla pagina di Aquila Basket Trento. La societA� ha precisato prontamente che lo spostamento NON DIPENDE dalla squadra trentina ma A? stata una scelta di Sportitalia.

La cronaca: il Trabzonspor, che deve fare a meno dell’infortunato Velickovic, parte forte, trascinato dal chiasso assordante dell’Hayri Gur Spor Salon e da due triple del lungo polacco Kulig (8-4). Trento entra in partita coi rimbalzi d’attacco di Wright e Pascolo, e cambia marcia con la difesa che innesca i canestri in transizione di Lockett, Wright e Pascolo (8-14 al 5′). Quando anche i turchi iniziano a mordere nella propria metA� campo, mandando un po’ in confusione l’attacco aquilotto, ci pensa Hardy a guidarli in attacco, con otto punti praticamente consecutivi: si va al primo riposo sul 22-17 con un bel canestro dal post basso di Kulig (10).

Il secondo quarto si apre con la fisicitA� del secondo quintetto turco a dominare sulla rotazioni bianconere, con Buscaglia costretto a proporre la zona adattata vista contro Reggio Emilia per arginare gli avversari. I turchi faticano a leggere la match-up del tecnico umbro, ma le triple a giochi rotti di Kulig e Demirel (30-17) pagano la cauzione per i padroni di casa, che con un canestro dall’angolo di Hardy arrivano anche al piA? 15 (35-20). Due recuperi di Sutton con conseguenti lay-up in transizione danno speranza a Trento (37-24), ma la performance difensiva degli aquilotti, Forray a parte, A? troppo discontinua per immaginare rimonte. Una bomba di Sanders sulla sirena manda comunque gli aquilotti al break lungo sul 45-31, che alla luce del 21-13 anatolico a rimbalzo lascia accesa la fiammella della speranza trentina.

Il Trabzonspor entra nella seconda metA� partita capitalizzando al meglio le situazioni di blocco sulla palla, premiando di volta in volta i “roll” del lungo slavo Stipanovic o i “pop” del polacco Kulig (53-37). Un contropiede da urlo sull’asse Wright-Sanders-Sutton sembra poter scoccare ancora una volta la scintilla in casa Dolomiti Energia, ma 4 errori in fila dalla lunetta di Wright e Lockett (58-41) danno la chiara dimensione di quanto la prima delle due trasferte turche possa essere amara per Forray e compagni. Il quarto si chiude con una reazione d’orgoglio di Baldi Rossi e un lay up sulla sirena di Pascolo (65-48), ma A? troppo poco.

Negli ultimi dieci minuti infatti la Dolomiti Energia dura solo il tempo di vedere Poeta andare a segno da tre punti (65-51), prima di spegnersi definitivamente, incalzata dai canestri di Candan (10) e di un dilagante Stipanovic (16). Finisce 92-70, con i trentini che combattono senza costrutto per provare a contenere il divario in ottica differenza canestri.

TRABZONSPOR MEDICAL PARK – DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 92-70 (22-17, 45-31, 65-48)

TRABZONSPOR MEDICAL PARK: Thompson 7 (3/4, 0/3), Sanli 2 (1/2), Candan 10 (1/1, 2/3), Hardy 23 (3/7, 5/12), Kitchen 5 (0/3, 1/2), Demirel 5 (1/1, 1/3), Saruhan ne, Yildririm ne, Basturk ne, Gulaslan 4 (1/2, 0/1), Stipanovic 16 (6/8), Kulig 20 (3/7, 3/4). Coach: Nenad Markovic.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Poeta 5 (1/4, 1/3), Sanders 9 ((3/6, 1/4), Pascolo 17 (6/8, 1/1), Baldi Rossi 9 (2/5, 1/3), Forray 5 (1/2, 1/2), Lofberg 5 (1/1, 1/2), Flaccadori 0 (0/1, 0/2), Sutton 8 (4/8, 0/1), Lockett 3 (1/3), Lechthaler 0 (0/1), Wright 9 (4/10, 0/2). Coach: Maurizio Buscaglia

Arbitri: Sinisa Herceg (Croazia), Radomir Vojinovic (Montenegro), Moritz Reiter (Germania).

NOTE: Tiri liberi: Trabzonspor 18/21, Trentino 6/13. Tiri da due: Trabzonspor 19/35, Trentino 23/49. Tiri da tre: Trabzonspor 12/28, Trentino 6/20. Rimbalzi: Trabzonspor 46 (Kitchen 8), Trentino 28 (Baldi Rossi 6). Assist: Trabzonspor 22 (Kitchen 6), Trentino 16 (Sanders 5).

DAVIDE PASCOLO (Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “E’ stata una partita dura come ci aspettavamo. Purtroppo non siamo riusciti a reagire alla loro aggressivitA� e siamo finiti sotto nettamente, soprattutto a rimbalzo ma anche subendo molto la loro difesa aggressiva. Dal canto nostro noi abbiamo subito troppo in difesa, soprattutto nella seconda metA� partita quando per provare a recuperare ci siamo disuniti un po’”.

PEPPE POETA (Play DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Per noi si tratta di una brutta sconfitta, maturata a causa di tanti nostri demeriti, ma anche di tanti meriti loro. Ci A? mancata la nostra abituale intensitA� difensiva: abbiamo concesso piA? di 90 punti e dobbiamo subito essere capaci di tornare quelli che hanno fermato Reggio Emilia a soli sessanta punti segnati. SarA� un girone di Eurocup molto equilibrato, lo sapevamo, con quattro squadre molto forti, e questo risultato non cambia nulla: vogliamo giocarcela fino alla fine. Ora subito testa a Milano, perchA� sabato ci aspetta una partita molto difficile che continuerA� un gennaio per noi molto impegnativo”.

 

Lorenzo Molinari – TrentoBlog.it

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *