mercoledì , 28 Febbraio 2024

FUTURO PRESENTE
a Riva del Garda

MAGFuturo Presente approda nell’Alto Garda, grazie alla nuova collaborazione con il MAG

Da quest’anno, Futuro Presente ha dato il via a una preziosa sinergia con il MAG, per cui una serie di appuntamenti del festival avranno luogo nelle due sedi del Museo Alto Garda.

Per sua natura Futuro Presente non si ferma mai. Il Laboratorio permanente sui linguaggi contemporanei sceglie un tema o una��idea e li indaga ricorrendo ai contributi piA? vari: spettacoli, mostre, incontri, concerti, dibattiti, in un dialogo continuo tra arte, danza, letteratura, scienza, saggistica, giornalismo, cinema, fotografia, scrittura e i loro interpreti. Su quegli stessi territori poi vi si muove come le maree, ritornandoci sopra ogni volta perA? con una��acqua diversa. CosA� al focus autunnale raccolto attorno al titolo Una certa idea di paesaggio sA� A? deciso di dare continuitA� con Il paesaggio in movimento e di sciogliere in quella��acqua quanto hanno da dire registi, autori, architetti. Il paesaggio cambia. Muta nel tempo per cause naturali o artificiali. Ma cambia anche nel modo in cui la��uomo lo osserva e lo sogna. Lo sguardo che vi si posa sopra A? cosA� importante che talvolta un paesaggio esiste solo per questo. La capacitA� di osservarne i cambiamenti, diventa non solo fotografia della realtA� ma anche pensiero su quanto stiamo per costruire o la strada nella quale ci avventuriamo. Per questo motivo una riflessione sul paesaggio non poteva prescindere anche da una serie di domande e scoperte che spuntano nei momenti piA? inattesi e, talvolta, minimali. A? la��ispirazione? La creativitA�? La��anticipazione di un pensiero razionale?

Il fotografo Daniele De Lonti attende il passaggio del Giro da��Italia nel 1991. Una nuvola colorata e mobilissima che sfreccia e abbandona il silenzio che la��ha preceduta. Ma cosa percepiscono i velocissimi corridori dei luoghi che attraversano? Nasce cosA� la��idea di Un viaggio in Italia. E che cosa lascia il vento, anzi la Bora raccontata per immagini di Yuri Ancarani? E ancora: abbiamo compreso veramente il paesaggio del nostro Paese? Basta avventurarsi con Mauro Francesco Minervino lungo la Statale 18 tra Napoli e Reggio Calabria, oppure seguire il paesaggio senza tempo della Sardegna raccontato da Marcello Fois per rendersi conto che non A? cosA�. Parlare di paesaggio sembra condannarci a uno strano strabismo che si muove in continuazione tra presente e futuro, tra tentazioni nostalgiche e spinte senza memoria. La soluzione forse non A? quella di quale ideologia o orizzonte sposare, ma semplicemente di registrare e interpretare il paesaggio attraverso il racconto di realtA� e territori piA? definiti e anche dei piA? minimali cambiamenti. CosA� film, scritture, fotografie, persino concerti ci restituiscono luoghi sconosciuti come architetture immerse nelle montagne, spiagge che per la prima volta vengono invase dai bagnanti, labirintiche peregrinazioni lungo il grande fiume, antichi cimiteri che si trasformano in luoghi da abitare e persino future cittA� vegetali.

Futuro Presente ogni anno indaga temi e idee a�� prendendo variamente spunto da tendenze, conquiste o personaggi a�� attraverso spettacoli, mostre, incontri, concerti, dibattiti, in un dialogo fitto tra arte, danza, letteratura, scienza, saggistica, giornalismo, cinema, fotografia, scrittura e i loro interpreti.
Scopri le tematiche affrontate in tutte le passate edizioni e quali sono stati i nostri ospiti!

Gio 13 giuA� 2013 h 21
Riva del Garda | Museo
Proiezione del film Patience (After Sebald), di Grant Gee GB 2012, 90a��

Mar 18 giu 2013 h 21
Arco | Galleria Civica G. Segantini
Alberi – tra paesaggio e figura
Incontro con Michelangelo Frammartino e Michael Jakob

Mar 25 giu 2013 h 18
Riva del Garda | Museo
Paesaggio mediterraneo, paesaggio alpino: conflitti, fratture e fusioni
Incontro con Michelangelo Sabatino e Jean-FranA�ois Lejeune

Scopri tutti gli eventi gratuiti di Futuro Presente>>>

Futuro Presente
Corso A. Rosmini 58
38068 Rovereto TN
0464 431660
www.festivalfuturopresente.it
info@festivalfuturopresente.it

 

 

Fonte:www.festivalfuturopresente.it

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *