lunedì , 9 dicembre 2019
Home / arte & cultura / La��ARCHIVIO FOTOGRAFICO DEL GIORNALE
La��Adige si mette in mostra

La��ARCHIVIO FOTOGRAFICO DEL GIORNALE
La��Adige si mette in mostra

Dal 15 giugno al 6 ottobre 2013 le Gallerie di Piedicastello a Trento ospiteranno la nuova mostra a�?Istanti: percorso a passo di cronaca attraverso la��archivio storico del giornaleA�la��AdigeA�(1955-1972)a�?, realizzata dalla Fondazione Museo storico del Trentino alla��interno del progetto a�?Trentino Italia storie popa�?, in collaborazione con la��Associazione culturale Francesco Gelmi di Caporiacco e il giornalela��AdigeA�e il sostegno della Fondazione Caritro.
La��inaugurazione avverrA� venerdA� 14 giugno ad ore 18.00 alla presenza dei curatori Danilo Curti, Francesca Rocchetti e Rodolfo Taiani.

cartolina_istanti_web-12

La frana che devasta la��abitato di Zambana, accanto a due arzilli vecchietti di Grumes che festeggiano le nozze di diamante. La distribuzione del latte nelle scuole e le celebritA� del mondo del cinema, del teatro e della canzone popolare che approdano nella nostra cittA�. La a�?miticaa�? aquila Beppina allontanata da piazza Dante e i turisti che affollano piazza Duomo durante le vacanze pasquali. La solidarietA� della gente trentina che distribuisce 600 paia di scarpe ai bambini bisognosi.

Il misterioso matrimonio tra due giovanissimi zingari che evoca fiabesche atmosfere orientali. La��avvento della teleselezione e del banco dei surgelati nei negozi, che muta le abitudini dei trentini. Lo sfollamento dello storico quartiere di Piedicastello, minacciato da una frana. Gli scontri tra opposte fazioni politiche e le manifestazioni di piazza, ma anche le proteste dei malati di tubercolosi accanto a quelle dei contadini contro la grave crisi che ha investito la produzione delle patate. La prima pista da bowling inaugurata nel 1966, ma anche la��attentato alla stazione ferroviaria di Trento che costA? la vita a due agenti di pubblica sicurezza (Filippo Foti ed Edoardo Martini).

Questi sono solo alcuni degli a�?Istantia�? fissati nelle immagini esposte in mostra, provenienti dalla��archivio storico del quotidianoA�la��AdigeA�e scattate dai fotografi Giorgio Rossi e Roberto Bernardinatti.A�AlcuniA�avvenimenti importanti, impressi indelebilmente nella memoria dei trentini, ma soprattutto episodi piA? minuti che, non di meno, testimoniano le grandi trasformazioni sociali ed economiche, le turbolenze politiche, le nuove abitudini, le opportunitA� conoscitive e lavorative che hanno caratterizzato il territorio trentino a partire dal 1955 e fino agli inizi degli anni settanta.

Il percorso espositivo dedica una��attenzione particolare alle scelte di inquadratura e di soggetto operate dal fotoreporter e al linguaggio giornalistico utilizzato per raccontare la situazione ritratta. Ne risultaA�un racconto composito che, proprio nell’amore per il dettaglio, aiuta a cogliere il cambiamento in atto e forse la volontA� di narrare, attraverso la fotografia, una storia diversa da quella dei grandi eventi.

A corollario del percorso fotografico saranno esposti anche alcuni oggetti a�?del mestierea�?: una macchina a stampa tipografica del 1925, una taglierina manuale risalente alla prima metA� del Novecento, una macchina da scrivere, una macchina fotografica e, naturalmente, alcune annate del giornaleA�la��Adige.

La mostra rimarrA� aperta fino al 6 ottobre 2013 presso le Gallerie di Piedicastello con il seguente orario: da martedA� a domenica ore 9.00-18.00. Ingresso libero.

 

Informazioni:

Fondazione Museo storico del Trentino
Tel. 0461230482 –

info@museostorico.it

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …