giovedì , 22 Febbraio 2024

Ricomincia la scuola? Ecco come le tecnologie possono esserci utili.

Il rientro a scuola rappresenta un momento agrodolce nella vita dei bambini che, solitamente, sono felici di rivedere gli amici, fieri di essere un anno piA? grandi, ma allo stesso tempo non poi cosA� entusiasti di tornare a studiare.

600 bambini a scuola
Le tecnologie hanno sicuramente offerto nuove prospettive per la didattica e per lo studio, fornendo non solo nuove possibilitA�, nuovi metodi e nuovi strumenti, ma anche e soprattutto una maggiore motivazione e coinvolgimento degli studenti.
A scuola, l’utilizzo di una LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) puA? essere utile per l’organizzazione di lezioni multimodali, ovvero con diverse modalitA�, l’insegnante spiega a voce (lezione frontale), mostra un video (multimediale), fa scrivere i concetti piA? importanti o uno schema a uno studente alla LIM (coinvolgimento della classe) per poi magari raccogliere il tutto in un pacchetto interattivo da poter ristudiare a casa nell’e-learning della scuola, dove i ragazzi trovano e fanno i compiti.
Tutto questo non solo offre possibilitA� incredibili – molto piA? facile comprendere come funziona un vulcano da un video interattivo piuttosto che da un’immagine stampata – ma favorisce anche la partecipazione, l’attenzione e la motivazione degli studenti.
Non possiamo inoltre non considerare quanto le tecnologie ci aiutano nel caso di studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento. I cosiddetti DSA, sono disturbi che impediscono ai bambini di apprendere correttamente i processi di lettura, scrittura e calcolo. PiA? comunemente sono conosciuti come dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia. I bambini con DSA sono assolutamente intelligenti, talvolta anche piA? dei loro coetanei, perA? per poter accedere alla conoscenza scritta hanno bisogno di altri metodi, per esempio, per un bambino dislessico A? molto difficile leggere e imparare da ciA? che ha letto. A? come se, banalizzando, vedesse le letterine che si muovono. Quindi, per aiutare questi bambini esistono numerosi software compensativi che possono leggere per loro, evidenziando le parole mentre vengono lette dal computer aiutando quindi il bambino a mantenere l’attenzione sulla lettura aumentano la comprensioneA�(ulteriori informazioni suA�http://www.disturbispecificiapprendimento.it).
Infine, come non considerare tutti i software o le APP educative e didattiche? Insomma, tanti pericoli ma anche tante potenzialitA� nell’Era Digitale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *