mercoledì , 25 Maggio 2022

TARTUFI AL CIOCCOLATO VEGAN

TARTUFI AL CIOCCOLATO VEG

Tartufi cioccolato fondente
Oggi vi propongo un piccolo peccato di gola: i tartufi al cioccolato fondente VEG!

Il dolce non dovrebbe rappresentare la regola in una sana alimentazione, ma quando lo si mangia ci aspettiamo che soddisfi i nostri sensi. La buona notizia A? che si puA? ottenere un dolce sano e gustoso, in questo caso direi “peccaminoso”.
Come?
In primo luogo eliminando lo zucchero raffinato, sostituendolo con lo zucchero di canna integrale. E’ preferibile perA? utilizzare gli zuccheri della frutta, dei latti vegetali ed il malto. Nel laboratorio su Colazioni, dolci e merende del 7 ottobreA�,A�senza glutine, ne parleremo diffusamente e vedremo come usarli.
In questa ricetta sceglierA? un cioccolatoA�al 70% (piA? alta la percentuale del cacao, meno zucchero), dolcificato con zucchero integrale di canna.
Non utilizzerA?A�tavolette dolcificate con edulcoranti, che ne alterano il gusto del cacao (e tralascio l’aspetto nutrizionale di detti prodotti …).

La ricetta A? molto semplice da realizzare ma occorre scegliere ingredienti di qualitA�. Sono possibili diverse varianti ed, anzi, vi consiglio di sperimentare.

Questi tartufini sono perfetti anche per i bambini in etA� scolare, che ben potrete coinvolgere nella preparazione.

Da non perdere l’interessantissimo approfondimento sul cioccolato della Dott.ssa Tosatti (segue la ricetta).

TARTUFI AL CIOCCOLATO VEG
Ingredienti

(per circa 15 tartufini)

  • 100 gr cioccolato fondente di qualitA� al 70%
  • 70 gr latte di soia
  • 1 cucchiaino di olioA�di cocco vergine bio
  • cacao amaro in polvere
  • cannella
  • granella di pistacchi, nocciole, mandorle

Trito il cioccolato con un coltello e lo verso in una coppetta resistente al calore. Porto a bollore il latte, lo verso sul cioccolato e lascio riposare qualche secondo in modo che il cioccolato si sciolga. Comincio a mescolare con un cucchiaio di metallo e proseguo per circa 2 minuti, aggiungendo anche il burro di cocco.
Lascio raffreddare il cioccolato prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero per alcune ore.
Quindi tolgo dal frigorifero, e prelevando con un cucchiaino un po’ di impasto comincio a formare delle palline passandole tra le mani per dare loro la forma.
Passo alcune palline nel cacao ed altre nella granella o di mandorle o di pistacchi o di nocciole. Un’alternativa A? quella di prelevare un po’ di granella e mescolarla ai tartufini mentre si da loro la forma (e poi passare A�le palline nel solo cacao).

APPROFONDIMENTO SUL CIOCCOLATO

dellaA�Dott.ssa Maria Alessandra Tosatti

Pur essendo un alimento ipercalorico (540-560 kcal/100 g di prodotto) il cioccolato, in particolare quello fondente con una percentuale di almeno il 70% di cacao, puA? entrare a far parte di un regime alimentare sano ed equilibrato grazie ai sempre piA? numerosi studi che ne attestano le proprietA� terapeutiche e nutrizionali.

Continua a leggere l’approfondimento sul cioccolato

Vedi anche

FANTASIA DI ZUPPE – 6 NOVEMBRE – CORSO DI CUCINA A TRENTO

FANTASIA DI ZUPPE – corso di cucina veg senza glutine – 6 novembre – Trento, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *