ARCO WELLNESS LAB – CORSO DI CUCINA E CAMMINATA NORDICA

Per iniziare bene l’anno, abbiamo deciso di avviare fin da questo mese gli ARCO WELLNESS LAB: una serie di appuntamenti dedicati alla sana e buona cucina a base vegetale anche senza glutine ed altrettanti dedicati all’attività sportiva nella natura.

Perché questa scelta?
Perché la base della buona salute è rappresentata da un nutrimento consapevole ovvero scegliere il cibo più idoneo ed imparare a cucinarlo e ad abbinarlo per soddifare i nostri bisogni energetici e spirituali. E questo imparerete a farlo con me nei corsi infrasettimanali (un appuntamento al mese).

Tuttavia alimentarsi bene ma condurre una vita disordinata con un alto livello di stress non ci aiuta molto. Ed ecco che subentra Alessandro Fina, istruttore di Nordic Walking; con lui scopriremo i benefici della camminata nordica nella natura, per entrare più in sintonia con quella dimensione che è appunto naturale (siamo nati per stare all’aperto, non per trascorrere 8 ore in ufficio:-)) e ci dona benessere a livello fisico e psichico.

Ecco allora i primi due appuntamenti ad Arco:

21 gennaio – dalle 10.30 alle 12.30 – MINI CORSO DI NORDIC WALKING
24 gennaio – dalle 19.30 alle 22.30 – LA CUCINA NATURALE IN INVERNO – Rinforzare le difese immunitarie per mantenersi in salute / veg senza glutine

Sede corsi di cucina: Ristorante Bio Essere, via Santa Caterina 40, Arco
Costo: solo corso cucina: € 35. Mini corso camminata € 20. Pacchetto corso cucina + camminata € 48
Per info e prenotazioni: 347 2643923 (Alessandro) o info@themindfultomato.com

TMT_Wellness Lab_1_ok

 


I NUOVI CORSI DI CUCINA CONSAPEVOLE VEG E SENZA GLUTINE A TRENTO

Buon 2018 a tutti!
Iniziamo quest’anno con un bel programma di laboratori di cucina e nutrizione consapevole a base vegetale ed anche senza glutine. Ecco le prime date e tutte le informazioni utili per prenotarsi.

TMT_ Corsi_2018
TMT_ Corsi_2018_2


PANETTONE VEG SENZA GLUTINE

Ecco la ricetta del panettone veg senza glutine con le immagini delle varie fasi del procedimento.
Si tratta della riedizione di una ricetta già pubblicata, alla quale ho appoprtato qualche piccola miglioria e che adesso illustrerò passo passo per consentirvi di realizzare il dolce di Natale che desiderate :-)
La preparazione necessita di una giornata – ma i tempi variano a seconda delle condizioni di temperatura dell’ambiente e degli ingredienti che usate – con intervalli di qualche ora tra una lavorazione e l’altra.
Le immagini si riferiscono ad una dose doppia rispetto a quella che vi fornisco e che vi consentirà di realizzare 1 panettone da 1 kg circa o 2 da 1/2 kg.
La ricetta dalla quale ho preso spunto è quella di Aldo Bongiovanni, titolare di Tibiona.it (sito sul quale potete trovare tutti gli ingredienti, compresi gli stampi).
Panettone veg senza glutine_0
Ingredienti
(per un panettone da 1 kg)

300 gr di farina di riso integrale
30 gr farina di tapioca
30 gr farina di mais fioretto
80 gr uva sultanina ammorbidita nel rhum
50 gr di cedro candito
70 gr di burro di soia
420 ml di latte di riso
110 gr di zucchero integrale di canna
1 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di sciroppo di riso
5 gr di gomma di xantano
2 gr di lievito di birra fresco
2 pizzichi di curcuma in polvere

Sciolgo in un bicchiere il lievito in 150 ml di latte tiepido-caldo e lascio attivare per 1/2 ora.
Quindi, in una coppa aggiungo, questa soluzione a 100 ml di latte di riso e 150 gr di farina e mescolo con una spatola.
Panettone veg senza glutine_2

Copro il recipiente con della pellicola trasparente e lascio riposare per 4-5 ore. Alla fine la soluzione si deve presentare gonfia e con tante bollicine.
Panettone veg senza glutine_3
Quindi aggiungo 100 gr di farina, 40 ml di latte, 40 gr di burro di soia (scaldato, in modo che si sciolga, rimanendo però gonfio) 55 gr di zucchero ed un cucchiaino di sciroppo di riso, mescolo con una spatola, copro con la pellicola trasparente e lascio riposare per altre 4 ore circa. L’impasto risulterà gonfio e spugnoso.
Panettone veg senza glutine_4
Aggiungo altri 110 gr di farina, 30 gr di burro di soia scaldato, 55 gr di zucchero, un cucchiaino di sale, 130 ml di latte, lo xantano, l’uvetta ed il cedro tagliato a pezzettini. Amalgamo tutto con la spatola.
Panettone veg senza glutine_5
Quindi verso in uno stampo da 1 kg o 2 stampi da 1/2 kg o in stampini per panettoni monoporzione. Copro con della pellicola trasparente o con uno strofinaccio pulito umido e lascio lievitare nel forno che ho preriscaldato a 40 gr ed in cui lascio poi accesa solo la lampadina per circa 2 ore. Il livello dell’impasto deve crescere quasi del doppio ed arrivare quasi al bordo.
Panettone veg senza glutine_7
Tolgo delicatamente la grata con il panettone dal forno, porto quest’ultimo in temperatura a 220 gradi ed inserisco il panettone. Cuocio per 10 minuti e poi a 200 gradi per circa un’ora. Se tende a scurire troppo in superficie metto della pellicola di alluminio sopra la cupoletta.

La cottura è una fase delicata e la temperatura nonché la funzione utilizzata dipendono molto dal forno che avete. Io scaldo molto bene il forno con il calore dal basso e dell’alto prima di infornare e cuocio con questa modalità

Ed ecco il risultato!
Panettone veg senza glutine_8


UN AUGURIO DI GIOIA, SALUTE E SEMPLICITA’

gingerbread_themindfultomato
In  questo giorno simbolico – è il solstizio d’inverno – vorrei inviare a tutti, ma proprio a tutti, un augurio speciale di gioia, salute e semplicità.

Ieri stavo terminando di preparare la locandina dei prossimi corsi di cucina (che vi invierò a brevissimo) e nello scrivere quello che è il mio approccio e la mia filosofia alla cucina, al cibo e più in generale alla vita, ho pensato che sarebbe stato bello condividerlo da subito con le persone che conosco e con quelle che conoscerò.

Adesso siamo tutti proiettati verso il Natale e le prossime festività; c’è chi sperimenterà per la prima volta un menù veg e senza glutine (e mi raccomando fatemi sapere come hanno gradito i vostri ospiti;-) e chi invece proporrà menù più tradizionali, ma che sta già nutrendo un interesse per una cucina che oltre a soddisfare i nostri gusti, nutra in profondità il nostro corpo e la nostra anima. A quelle persone dedico un pensiero particolare ed un incoraggiamento, anche attraverso questo breve testo-

La mia filosofia.
“Siamo ciò che mangiamo!
Questa semplice frase che avremo sentito ripetere molte volte ha una profonda verità: il cibo di cui ci nutriamo è il riflesso di chi siamo e può rappresentare l’uomo o la donna che saremo.
Con il cibo manifestiamo non solo i nostri gusti, ma anche i nostri valori e la nostra salute.
Prendendoci cura di noi ci prendiamo cura anche dell’ambiente, della natura e di tutte le forme di vita che vivono in equilibrio in esso con gratitudine ed amore.
Imparare a nutrirsi in modo sano, naturale accompagnando quest’abitudine con della attività sportiva e della meditazione ci mantiene in salute e ci ricollega con la parte più profonda di noi e ci permette di entrare meglio in relazione con gli altri.

Negli anni abbinando lo studio sull’alimentazione con la
sperimentazione continua e la pratica dello Yoga ho sviluppato
( e continuo a farlo) una mia visione ed una mia cucina che coniuga i principi di un’alimentazione naturale e macrobiotica con un recupero della nostra tradizione del centro e sud Italia. La cucina è il mio laboratorio alchemico, dove “distillo” piatti mai eccessivamente elaborati, che possano essere introdotti, salvo qualche voluta eccezione, in un’alimentazione quotidiana, ricerco l’equilibrio dei sapori ed un’estetica che non si trasforma in esibizionismo, preservando ed amplificando l’energia naturale degli alimenti.”

Ecco le date dei prossimi appuntamenti a Trento. A breve la locandina con le info dettagliate.
A breve anche la locandina dei corsi ad Arco.
29 gennaio
LA DISPENSA VEG E SENZA GLUTINE E PRINCIPI DI UNA SANA ALIMENTAZIONE
7 febbraio
PRIMI PIATTI E CEREALI
21 febbraio
LA SANA PASTICCERIA
7 marzo
PANE SENZA GLUTINE 


ANTIPASTI E PICCOLA PASTICCERIA DI NATALE veg e senza glutine

LA CUCINA VEG DI NATALE: ANTIPASTI E PICCOLA PASTICCERIA
SABATO 2 DICEMBRE – CINTE TESINO (TN) – ORE 18.00-21.00

Corsocucina veg Natale

Un nuovo appuntamento con tema il Natale dedicato questa volta ad antipasti e piccola pasticceria.
Il corso si svolgerà a Cinte Tesino, sabato 2 dicembre, alle ore 18,00 ed avrà la durata di 3 ore.
Per info e prenotazioni: 348 – 9143481 (Alessandra)


MENU’ DI NATALE AD ARCO – CORSO DI CUCINA

MENU’ DI NATALE – CORSO DI CUCINA  VEG E SENZA GLUTINE
11 DICEMBRE, ORE 19.15 – ARCO
Una bella novità per il Natale ad Arco: un corso di cucina per imparare a preparare un menù veg anche senza glutine originale, raffinato e sfizioso per il prossimo Natale.

Il corso si svolgerà ad Arco presso il Ristorante Bio Essere lunedì 11 dicembre.
Ci sono solo 10 posti; affrettatevi;-)

Orario: 19.15-22.30
Sede: Ristorante Bio Essere, via Santa Caterina 40, Arco
Costo: € 35
Max 10 persone
Per info e prenotazioni: 347- 2643923 (Alessandro) / info@themindfultomato.com
Corso cucina vegan Natale


10 NOVEMBRE – NON SOLO PAPPA – PORTOGRUARO

Venerdì 10 novembre sarò a Portogruaro per presentare il nuovo libro Svezzamento Veg, scritto insieme alla dott.ssa Tosatti, per parlare di alimentazione per l’infanzia e per illustrare qualche facile ricetta per la fase dello svezzamento.
L’evento è organizzato dal negozio Naturasì di Portogruaro e si svolgerà nella Sala delle Colonne presso il Collegio Marconi in via del Seminario 4.
Sarà con me Annalisa Prevarin, dietista e tecnologa alimentare.
Vi aspettiamo alle ore 20.30!

Svezzamento Veg


CORSO DI CUCINA VEG A CINTE TESINO

Sabato 4 novembre il primo appuntamento con la cucina Veg a Cinte Tesino, in collaborazione con il Comune e la Pro loco di Cinte Tesino.
Un pomeriggio tra teoria e ricette con la preparazione di tanti piatti e l’assaggio finale.
Inizio: ore 15.00
Durata: circa 4 h
Grazie all’intervento del Comune la quota di partecipazione è di soli € 10
Per info e prenotazioni: 349 – 2841585 (Annalisa)
Corso_Tesino_cucina_veg


CORSO DI CUCINA VEG RAFFINATA

CORSO DI CUCINA VEG RAFFINATA – 8 NOVEMBRE, ORE 19.30, TN
Un corso dedicato a chi vuole imparare a preparare piatti veg raffinati di sicuro successo anche con i vostri ospiti più esigenti o per una cena speciale.
L’appuntamento è per mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 19.30 a Trento.
Ci sono pochi posti disponibili!
Per info e prenotazioni: 333 2354050 / info@themindfultomato.com
Inizio: ore 19,30
Sede: TRENTO, Largo Nazario Sauro 6, presso Tonini Grandi Impianti.
Prezzo: € 31 a persona
Scopri il menù >qui

Tortino_autunnale

…e sabato prossimo 28 ottobre alla libreria Mondadori di Trento, in via San Pietro alle ore 17.30 presenterò il libro “Vegan senza glutine”, frutto della collaborazione con la dott.ssa M. Alessandra Tosatti, esperta di nutrizione a base vegetale. L’ingresso è libero. Per l’occasione preparerò dei piccoli assaggi. Inviatate i vostri amici veg, celiaci, o curiosi :-)!


CUCINA PER BAMBINI – SVEZZAMENTO

Lo svezzamento rappresenta una fase delicata per tutta la famiglia con nuove abitudini ed orari ma anche dubbi, soprattutto su cosa e come preparare le pappe prima ed i primi assaggi di cibo solido.
Sempre più mamme scelgono la via dell’auto-svezzamento che altro non è che una pratica in uso per secoli anche nel nostro paese prima della creazione del “cibo industriale per l’infanzia”, il baby food, e che consiste nell’offrire al bambino ciò che la famiglia porta in tavola; sarà il bambino stesso a scegliere i modi ed i tempi di questo cibo.

Ma che si opti per la via dello svezzamento o per quella dell’auto-svezzamento l’importante è scegliere un’alimentazione naturale e privilegiare quindi cibi che siano biologici e non abbiano subito processi industriali che li depauperino di sostanze nutritive e di energia vitale. La salute dei nostri bambini la creiamo da subito, dal momento del concepimento, proseguendo con l’allattamento, con lo svezzamento e con l’alimentazione successiva. E’ così che creiamo un imprinting di salute, che non è solo fisica ma è anche mentale, perché il cibo può creare benessere ed armonia se è adeguato.

In questo corso insegnerò come cucinare una pappa a base vegetale partendo dal cereale in chicco ed altre ricette semplici adatte ai nostri piccoli ma anche ai più grandicelli.
A seguire assaggeremo i piatti preparati.

Orario: 19.30-22
Sede: Largo Nazario Sauro 6 presso atelier Tonini Grandi Impianti
Costo: € 31
Per info e prenotazioni: 333 2354050  /  info@themindfultomato.com
In occasione del corso verrà ospitata l’Associazione ASIA Trento, che sta raccogliendo dei fondi per realizzare la scuola di Wakha nella Prefettura Autonoma Tibetana di Yushu; una parte del ricavato della serata verrà devoluta a questa bella iniziativa ed ognuno potrà fare una piccola offerta a sostegno del progetto.

 

Svezzamento Veg


VITA MACROBIOTICA 2 – IL CIBO INTEGRALE

Riso_Venere

“Il tutto non è dato dalla somma delle parti ma dall’insieme delle stesse”.

Parafrasando la mia frase di oggi si potrebbe dire che INTEGRALE E’ MEGLIO.
Perché?

Perché ogni alimento andrebbe per quanto possibile, nella sua forma più completa; solo così ci trasmette i nutrienti, l’energia, le informazioni e l’equilibrio che la natura gli ha fornito.

Perché ogni parte ha una sua funzione nel tutto. Prendiamo i cereali, visto che in una alimentazione a base vegetale questi dovrebbero rappresentare l’alimento principe e l’energia fornita dagli stessi è consigliato che fornisca il 40-60% delle calorie introdotte giornalmente.  Il chicco di cereale è un esempio di perfezione ed equilibrio, a cominciare dal fatto che è un seme ma anche il frutto della pianta omonima e già questo ha una forte valenza simbolica: rappresenta la forza, la continuità della vita, la ciclicità, l’impermanenza (il cambiamento continuo).
In quanto seme il chicco di ceraeale ha una funzione riproduttiva e contiene in se tutte le informazioni per creare nuova vita ma anche le risorse per alimentarla. Vediamo come è composto:

  • dal germe, l’embrione della nuova pianta ricco di vitamine, sali minerali, proteine;
  • dall’endosperma – la parte intena più voluminosa ed a noi più nota perchè è quella con cui identifichiamo il chicco – che è prevalentemente costituito da amido, pochi sali minerali e poche vitamine e rappresenta il carburante per la crescita;
  • dalla crusca, la parte esterna, lo strato protettivo, costituito principalmente da fibre vegetali, proteine, sali minerali e vitamine. Nella sua forma integrale il chicco ha una forza di resistenza ed un’energia vitale che possono durare anche per secoli.

Nell’alimentazione il chicco consumato integro ci trasmette quindi delle informazioni “sottili”, un imprinting si potrebbe dire, oltre a tutti quei nutrienti di cui abbiamo parlato. Non solo! Quei nutrienti si riditribuiscono nel nostro corpo in un certo arco di tempo. Le fibre infatti, oltre alla presenza di altri macro e micronutrienti, rallentando la digestione e l’assimilazione degli amidi (zuccheri complessi) ci offrono un’energia a medio-lungo termine.

L’agricoltura industriale, che utilizza concimi, diserbanti e varie tipologie di prodotti chimici al fine di ottenere raccolti abbondanti senza apparenti difetti ed i successivi processi di lavorazione che operano la separazione del chicco per giungere a prodotti (nb: prodotti non alimenti) sempre più raffinati, duraturi, adatti a certi scopi (vedi le farine 00 per una panificazione rapida con lievitazione abnorme) impoverisco gli alimenti non solo sotto il profilo nutrizionale, ma anche sotto il profilo di quell’energia di quella forza vitale e di tutte quelle informazioni che la solo la natura è in grado di trasmettere e che sfuggendo ai normali test di laboratorio, non vengono considerati.

Ma volendo fare un parallelo con l’uomo e tornando all’affermazione dalla quale siamo partiti – il tutto non è la somma delle parti ma l’insieme delle stesse – noi siamo forse solo la somma degli elementi di cui siamo composti?
O abbiamo piuttosto una serie di valori, aspirazioni, emozioni che ci contraddistinguono e che muovono i nostri pensieri, le nostre parole e le nostre azioni e che ci rendono unici?
E non sono forse questi che noi trasmettiamo ai nostri figli in forma di patrimonio genetico ma anche nella forma di esempi di comportamento, di un nostro modo di essere?

Il mondo ed il modo in cui cresciamo influenza il nostro percorso e contribuisce a creare ciò che siamo; nella loro presunta maggiore semplicità gli animali come i vegetali sono il prodotto di ciò a cui vanno incontro (e subiscono) nella loro vita. Ecco allora che ciò che deriva da un’agricoltura in sintonia con la natura è un alimento, ciò che consegue ad un trattamento innaturale è un prodotto.
Sintonizzarsi con la natura significa prima di tutto sintonizzarsi con l’ambiente in cui si vive, scegliere alimenti di stagione coltivati nel migliore dei modi, giunti sulla nostra tavola in tempi ragionevoli e consumati nella loro forma per quanto possibile integrale.

Questa è macrobiotica=lunga vita, grande vita, vita piena.

Vi ricordo il primo appuntamento con la cucina Macrobiotica:
Corso di cucina Macrobiotica 1, 11 ottobre, ore 19.30 a Trento.
Trovate il menù >qui
per info e prenotazioni: 333 2354050 / info@themindfultomato.com


Trento Blog è un supplemento alla testata Blogosphera, registrata presso il tribunale di Trento (n. 1369/08)
Blogosphera: Direttore responsabile: Andrea Bianchi - Editore: Etymo srl
Redazione: c/o Etymo srl - Via Brescia, 37 - 38122 Trento (TN) - tel. 0461.236456 - redazione@etymo.com
© 2006-2010 etymo s.r.l. P.IVA 02242430219. Alcuni diritti sono riservati sotto licenza Licenza Creative Commons.

Policy di utilizzo dei cookies