venerdì , 25 settembre 2020
Home / cinema / TRENTOFILMFESTIVAL E MIKADO PRESENTANO A ROMA “IL GRANDE NORD”

TRENTOFILMFESTIVAL E MIKADO PRESENTANO A ROMA “IL GRANDE NORD”

Il prossimo 21 aprile uscirà nelle sale italiane il film del regista francese Nicolas Vanier "Il Grande Nord" distribuito dalla Mikado.

Accompagnato da un ampio consenso di pubblico nel suo paese, dove era uscito lo scorso anno con il titolo "Le dernier trappeur", il film del regista Vanier che racconta la storia di Norman Winther, uno degli ultimi cacciatori di pelli delle montagne rocciose canadesi, lo scorso anno era stato presentato in anteprima italiana dal TrentoFilmfestival e si era aggiudicato il Premio speciale del pubblico. Agli spettatori trentini non erano infatti passate inosservate le immagini di grande effetto della natura del Grande Nord, delle montagne, delle sterminate lande ghiacciate e dei grandi fiumi dalle acque turbinose. Natura co-protagonista assoluta e in cui veniva calata la vita del cacciatore Winther e delle moglie indiana in simbiosi con l’ambiente selvaggio e spesso ostile. E anche con senso di riconoscenza per il fortunato esordio trentino del film, che la Mikado ha voluto condividere proprio con il TrentoFilmfestival il momento della proiezione di anteprima per la stampa specializzata che si è tenuta nel corso della mattinata a Roma presso il Cinema Quattro Fontane.

A termine della proiezione de "Il Grande Nord", il direttore artistico Maurizio Nichetti è intervenuto per presentare i contenuti cinematografici della rassegna trentina in programma dal 29 aprile al 7 maggio. Accanto a Maurizio Nichetti anche Augusto Golin, responsabile per il TrentoFilmfestival della programmazione cinematografica. 50 le opere in concorso da 24 Paesi, le due sezioni speciali: Tibet, dove spicca l’anteprima nazionale di Dreaming Lhasa, fiction prodotta da Ricard Gere e diretta da due registi tibetani e Terranenergia con una serie di opere che documentano come la fame di energia del pianeta è sempre più frequentemente causa di devastazioni ambientali, drammi sociali per le popolazioni, veri esodi come nel caso della grande diga delle tre Gole che in Cina.

Tra le anteprime anche Kekexili, un western di scuola cinese, Il cane giallo della Mongolia, una sorta di fiaba ambientata nelle steppe sconfinate e selvagge di quel Paese, Overcoming, del regista danese Tomas Gislason, dedicato al campione Ivan Basso al Tour de France 2005. Tra le serate evento anche la proiezione di Mittelholzers Afrikaflug, film muto del 1927 sulla prima trasvolata del continente africano, con l’accompagnamento musicale di Gaetano Liguori, la proiezione del western di Sergio Corbucci Il Grande Silenzio, del 1967 con Klaus Kinsky e Jean Luis Trintignant e dell’ ultimo film del regista Werner Herzog Grizzly Man.

Nichetti si è soffermato anche l’iniziativa del primo "pitching-forum" dedicato all’ avventura in collaborazione con Scuola di documentario ZeLIG di Bolzano e Centro audiovisivi della Provincia autonoma di Trento. I nove partecipanti presenteranno proprio a Trento in una seduta pubblica i loro progetti ad alcuni professionisti del settore televisivo e delle imprese di diffusione e distribuzione di documentari.

"Il Grande Nord" su Google >

Vedi anche

Al Teatro San Marco di Trento si proietta “Educazione sentimentale”

Questa sera, martedì 15 gennaio, con il Cineforum del Teatro San Marco di Trento. In …