mercoledì , 22 Maggio 2024

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: esordio in Serie A per l’Aquila Basket Trento davanti a 3.600 spettatori

Foto di Andrea Bonetti - Trentoblog.it

Dolomiti Energia Trentino: l’Aquila Basket Trento esordisce in serie A accolta dal calore di oltre 3.600 spettatori.

La musichetta che si fa piA? veloce, il trillo che sta a significare: “sA�, adesso ci si siamo”. Lo sguardo, un misto di entusiasmo ed eccitazione, degli oltre 3.600 spettatori presenti al PalaTrento in un caldo pomeriggio di una domenica d’ottobre. CosA�, e con molte altre emozioni, A? cominciato il cammino della Dolomiti Energia Trentino (per i piA? Aquila Basket Trento) nella serie A di basket 2014/2015. Un ingresso dalla porta principale, quello della “matricola dolomitica”, come A? stata ribattezzata, che ha fatto pensare a molti quanto giA� il solo fatto di essere qui sia un obiettivo straordinario e difficilmente immaginabile fino a pochi anni, se non mesi fa.

Una curva molto giovane ha inscenato una bella coreografia e tutto il PalaTrento ha salutato la prima palla contesa con un tripudio di palloncini, stelle filanti e urla di incitamento per capitan Toto Forray e compagni, chiamati a vedersela sin da subito con una formazione di alto livello quale la Grissin Bon Reggio Emilia, accompagnata da un centinaio di tifosi biancorossi stipati nel settore ospiti.

Un primo quarto di grande intensitA�, chiuso dalle aquile in vantaggio 24-19 grazie ad una tripla sulla sirena di Tony Mitchell A? stato il biglietto da visita in serie A di una squadra umile ed ambiziosa, pronta a lottare per l’obiettivo salvezza cercando sempre di dare del filo da torcere anche alle big.

Le imprecisioni in attacco, la soliditA� di Reggio Emilia e qualche meccanismo ancora da rodare hanno fissato il punteggio finale sul 69-78 per la Grissin Bon, anche se Trento ha dimostrato al proprio pubblico di avere talento e carattere per ritagliarsi delle soddisfazioni importanti nel corso della stagione. Gli americani Mitchell, Owens, Grant, Sanders e Armwood affiancheranno i ragazzi della “vecchia guardia” quali capitan Toto Forray, Davide Pascolo, Marco Spanghero e Filippo Baldi Rossi cercando, sin da subito, di dare all’Aquila un’identitA� di gioco rodata e in grado di colpire nei momenti piA? opportuni.

Compito di mister Buscaglia, in vista della difficile trasferta a Milano contro la EA7, A? quello di continuare a plasmare una squadra dalle sicure potenzialitA� ma che, a differenza della partita d’esordio, non potrA� permettersi dei black-out di 2 minuti o bassissime percentuali nei rimbalzi o nei tiri da 3 punti. Ieri, perA?, il risultato non era certamente l’aspetto piA? importante.

L’emozione di vedere Trento fra le grandi del basket, dopo gli anni dominati dalla Trentino Volley nella pallavolo, sono il segnale di un panorama sportivo trentino in forte crescita, in grado di plasmare il proprio DNA nel nomeA�dell’entusiasmo e della sportivitA�, un valore fortemente sottolineato dal DG della Dolomiti Energia Trentino Salvatore Trainotti.

Trentoblog, da ora in poi, seguirA� le partite della Dolomiti Energia Trentino attraverso un progetto speciale che verrA� illustrato nel dettaglio nei prossimi giorni. Per il momento, un caloroso “in bocca al lupo” (o in “becco all’Aquila”) alla Dolomiti Energia Trentino e continuate a seguirci per poter leggere approfondimenti, interviste esclusive e commenti dedicati al basket e alla stagione della Dolomiti Energia Trentino in serie A. Il grande sport arriva su Trentoblog e noi, come l’Aquila, siamo pronti a spiccare il volo!

 

Dolomiti Energia Trentino. Mitchell 26, Sanders 6, Pascolo 15, Grant 4, Forray 8, Flaccadori, Owens 8, Baldi Rossi 2, Armwood, Spanghero. All. Buscaglia

Grissin Bon Reggio Emilia. Mussini ne, Polonara 9, Della Valle 6, Pechacek, Lavrinovic 13, Cervi 4, Diener 17, Rovatti ne, Cinciarini 8. All. Menetti

 

 

Andrea Bonetti – Trentoblog.it

 

Gli highlights della partita:

Vedi anche

Emanuele Masi - Bolzano Danza - Ph Tiberio Servillo

Emanuele Masi – Le Arti e il futuro, verso la 35^ edizione del Festival Bolzano Danza

Riccardo Lucatti intervista Emanuele Masi, il funzionario della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *