mercoledì , 26 settembre 2018
Home / the mindful tomato / Ricette / GLI INVOLTINI DI VERZA RIPIENI DI GRANO SARACENO VEGAN

GLI INVOLTINI DI VERZA RIPIENI DI GRANO SARACENO VEGAN

Involtini di verza con ripieno di grano saraceno vegani

Ingredienti
(per 8 involtini)

  • 8 Foglie di verza
  • 5-6 cucchiaini di parmigiano vegan
  • 100 grano saraceno
  • 1 cipolla
  • Erbe aromatiche ( basilico, prezzemolo, timo, …)
  • Olio evo
  • Sale

Per il parmigiano vegan
(Queste dosi sono piA? abbondanti di quelle della ricetta, ma vi assicuro che userete il condimento anche nei giorni a seguire per una pasta o altre ricette salate)

  • 25 gr mandorle
  • 25 gr sesamo
  • 1 pizzico di sale

Preparo il parmigiano tostando per poco tempo i semi di sesamo e macinandoli finemente insieme alle mandorle ed al sale. Si conserva in un vasetto di vetro ben chiuso in frigorifero per qualche giorno.

Lavo il grano saraceno, lo tosto leggermente in un pentolino; quindi aggiungo dell’acqua bollente ed il sale e lascio cuocere per circa 20 minuti. Scolo e lascio intiepidire. Intanto stacco con delicatezza le foglie dalla verza e dopo averle lavate le cuocio per qualche minuto in acqua bollente leggermente salata. Prelevo le foglie con una schiumarola e le dispongo su un tagliere.
Nel frattempo preparo un soffritto leggero con olio, acqua e cipolla, aggiungo il grano saraceno, il trito di erbe e lascio insaporire per 2 minuti. Spengo ed aggiungo 2 cucchiai di parmigiano vegan. Quindi taglio 1-2 com della parte piA? interna di ciascuna foglia (quella che contiene la nervatura piA? dura) e metto al centro 2 cucchiai di ripieno una spolveratina di parmigiano vegan, arrotolo e rivolto le estremitA� verso il basso. Alla fine posso scegliere di terminare la cottura in forno o in una padella antiaderente (piA? veloce). In questo secondo caso, verso un cucchiaio di olio e qualche cucchiaio di acqua in una padella antiaderente, dispongo gli involtini, e li lascio cuocere lentamente, 5 minuti A�senza coprirli completamente con il coperchio. Se necessario aggiungo qualche cucchiaio di acqua. Prima di servire spolvero ogni involtino con un po’ di parmigiano.

Involtini di verza con ripieno di grano saraceno vegani

 

 

A�Il commento della Dottoressa Lamprecht

Valori nutrizionali involtini di verza

 

 

 

 

 

Dove possibile, i dati sono riferiti alle tabelle di Composizione degli Alimenti della��Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione.

(*) % delle quantitA� giornaliere indicative di un adulto, calcolato sulla base di un fabbisogno giornaliero di 2000kcal; il fabbisogno puA? essere diverso a seconda del sesso, della��etA� e della��attivitA� fisica svolta.

INFORMAZIONI SUL PIATTO

Questi stuzzicanti involtini di verza costituiscono un antipasto leggero e nutriente, ideale da servire durante la stagione autunnale. Le foglie di verza appena bollite non solo rimarranno croccanti, ma manterranno gran parte del loro prezioso contenuto in vitamine (soprattutto A, C e K) e sali minerali (come potassio, fosforo, ferro, calcio) e avvolgeranno un ripieno di grano saraceno ricco di proteine ad alto valore biologico, superiore a tutti i cereali.
Ea�� un antipasto equilibrato e pregiato per la presenza di carboidrati complessi, il basso contenuto in grassi e ricco in fibre.
La tostatura del grano saraceno gli conferisce un aroma leggermente di noce, sapore che insieme a quello delle mandorle e del sesamo del parmigiano vegan e delle erbe aromatiche regaleranno al vostro palato un sapore unico.

CURIOSITA� SUL GRANO SARACENO (parte prima)

Originario della Siberia e Manciura e giunto in Europa nel Medioevo tramite le migrazioni dei popoli mongoli, il grano saraceno A? un cosiddetto a�?pseudo cerealea�?, poichA� dal punto di vista botanico non appartiene come il grano convenzionale alla famiglia delle Graminacee, ma bensA� a quella delle Poligonacee. In Italia, soprattutto SA?dtirol e Valtellina, trova impiego la farina di grano saraceno per la preparazione di piatti adatti al clima freddo, ma anche i suoi chicchi possono essere consumati interi come base per insalate fredde, al posto di riso, orzo e farro o sotto forma di farina per la preparazione di pasta, pane e prodotti da forno. I chicchi si conservano meglio della farina. Ma attenzione, prima di cucinarli, vanno lavati bene sotto la��acqua fredda per rimuovere le impuritA�.
Delle numerose proprietA� del grano saraceno ve ne parlerA? nella prossima ricetta. Ora vi auguro Buon Appetito!

Vedi anche

LABORATORIO DI CUCINA E NUTRIZIONE VEG

Domani sera alle ore 20 a Trento, in via Saluga 3B, presso Infusione, si terrA� …