domenica , 20 gennaio 2019

IL MISO

Zuppa_miso
Nell’augurare a tutti una Pasqua serena, con un pensiero rivolto anche a chi è meno fortunato, oggi vi parlo di un alimento meraviglioso: IL MISO!
Il miso ha origini antiche ed è molto usto in Giappone ed in certe zone dell’Asia. E’ derivato dalla soia che viene fatta fermentare con sale ed un fungo chiamato Aspergillus Oryzae per un tempo più o meno lungo (fino a 2 anni) dando origine a diversi tipi di miso: lo Shiro miso ed il miso tradizionale (Hacho miso). Alla soia possono essere aggiunti anche riso (Kome miso) o orzo (Mugi miso). Attenzione quindi: chi è celiaco o ha sensibilità al glutine dovrà controllare bene l’etichetta e nel primo caso scegliere un miso dichiarato senza glutine.
Il primo si presenta in forma liquida ed ha un colore chiaro ed un sapore delicat; è adatto per i condimenti, per esempio delle insalate, se diluito con un po’ di acqua e con l’aggiunta di tahin; il secondo è solido, scuro ed è il tipico ingrediente della zuppa che prende il suo nome (e che è  uno dei piatti “indispensabili” della cucina macrobiotica): la Zuppa di Miso, di cui trovate una variante anche nel mio libro “Vegan senza glutine”.

Il miso è ricco di fermenti, enzimi, proteine vegetali (la soia è l’unico legume che contiene tutti gli 8 amminoacidi essenziali), vitamine e minerali. Per avere un alimento vitale e preservare enzimi e vitamine è opportuno scegliere un miso a lunga fermentazione, non pastorizzato ed aggiungerlo nelle preparazioni calde a fine cottura. Ne va usato poco perchè un prodotto salato e quindi sostituisce il sale o il dado. Il quantitativo consigliato è di circa 1/2 – 1 cucchiaino piccolo a persona.

Come tutti gli alimenti fermentati, benefici per il nostro intestino, è ideale anche nei cambi di stagione quando l’organismo deve rinnovarsi.

Il suo gusto inizialmente vi sembrerà strano ma poi vi conquisterà  e non potrete più farne a meno.
Una coppetta di zuppa di miso consumato ogni giorno prima del pasto serale (e per i più coraggiosi al mattino a colazione) favorisce la salute dell’intestino (e da quella sappiamo che dipende la salute dell’organismo), aiuta la digestione, apporta i nutrienti che abbiamo visto, riscalda e rinvigorisce.

Ecco la ricetta:

ZUPPA DI MISO CLASSICA

Ingredienti per 4 persone

4 tazze di acqua fredda
1 cipolla piccola
1 carota
2 foglie di cavolo
2 cucchiaini di miso di riso
zenzero fresco
un pezzetto di alga wakame

Metto in ammollo l’alga in acqua fredda per almeno 10 minuti. Taglio a fettine o strisce le verdure. Taglio a strisce anche l’alga, eventualmente togliendo la parte più  dura (la costola interna). Verso in una pentola le verdure, l’alga e 4 tazze di acqua fredda. Porto a bollore e cuocio per 5-10 minuti. Alla fine aggiungo il miso (fatto sciogliere precedentemente in un poco di brodo) e dello zenzero grattugiato o il succo dello zenzero grattugiato. Lascio riposare 1 minuto a pentola coperta. Servo calda. Nella stagione più calda può essere consumata anche tiepida. Si può guarnire con prezzemolo o cipollotto tagliato fine.

Vedi anche

BISCOTTI DI NATALE – CORSO – 19 DICEMBRE – TRENTO

BISCOTTI DI NATALE – 19 dicembre – Corso di cucina a Trento – Veg e …