VIVALDI E IL SEGRETO DEL NUOVO MONDO di Dario Piccotti e Alvaro Torchio

pubblicato da: Mirna - 31 marzo, 2014 @ 8:18 am

 Sempre piacevolissimo e interessante incontrare Alvaro Torchio  al Controvento.arton58405[1]

Lo sentiamo amico per la sua  riservata e attenta spontaneità verso tutti noi  e per la passione intensa di scrittore e poeta che ci trasmette.

Già lo conoscemmo quando ci presentò Marx & Hengels, investigatori, quattro racconti di lettura interessantissima che ci hanno fatto conoscere aspetti del carattere dei due  famosi storici-sociologi  impegnati in divertenti storie thriller. (v.  mio archivio).

Anche in questo avvincente romanzo c’è una parte “gialla” che collega eventi che partono dalle crociate per passare attraverso i progetti di riscatto sociale da attuarsi in America Latina per giungere infine  nella magica Venezia dove vive e insegna Vivaldi fra vari intrighi e amori per le sue “putte”.

Raffaella ci presenta a grandi linee questo libro  scritto a due mani da Piccotti e Torchio, insegnanti di materie letterarie,WP_20140324_007 studiosi di politica, filosofia, sociologia, sensibili alle problematiche sociali. Piccotti ci regala pure, da musicista,  verosimili partiture apocrife di Vivaldi.

“Tutto comincia con il rinvenimento di un vangelo apocrifo; siamo nel 1204 a Costantinopoli,

Durante il saccheggio della città ad opera dei crociati veneziani sul tavolo di padre Correr cade un libriccino: “Parola di Giacomo, fratello del Signore”. Un thriller storico racconta le avventure di questo Vangelo che promette imminente la creazione del Regno di Dio sulla terra. Di mano in mano attraverso i secoli , finisce nelle mani dei gesuiti missionari nell’America Latina, più precisamente nel Paraguay. Avventure ed intrighi sono però ambientati in gran parte a Venezia e ne  diventa protagonista il grande musicista Antonio Vivaldi. Da impresario teatrale si arricchisce, fallisce, rinasce con grinta maggiore. Da prete (“rosso” è il suo soprannome) esentato dal celebrare la messa, si dedica ai piaceri della gola e del sesso. Nel “Libro” si imbatte senza volerlo e ad esso si ispira in alcune composizioni. Ma per il Libro rischierà la vita. Un romanzo storico, accurato nei  dettagli  e  thriller accattivante.”

Con Alvaro Torchio. Marzo 14 010Ciò che mi colpisce è la minuziosità del racconto, certamente un lavoro impegnativo per i due scrittori fatto di ricerche e di studio. Incontriamo personaggi storici come Savonarola, seguiamo gli impegni della congregazione dei Gesuiti in difesa del popolo dei Guaranì e tanto altro. E poi c’è la Venezia del Settecento con il suo fascino magico dove si aggira Antonio Vivaldi tra l’Ospedale della Pietà e le calli e i campielli.

Da leggere con tranquillità perchè il piacere per la lettura va centellinato e certamente Vivaldi e il segreto del nuovo mondo ci regala precise coordinate storiche e spaziali, suggestive possibilità, mistero,  ma soprattutto riflessioni importanti .

Alvaro lo ritiene soprattutto un romanzo storico, ma la componente ironica e “gialla” a cui i due autori ci hanno abituato non manca mai.

“Dario Piccotti e Alvaro Torchio se la cavano con passione ed onestà “artigiana” in un romanzo-cartina di tornasole che li conferma coppia autoriale tra le più affidabili del giallo a intreccio storico, se è vero com’è vero che il loro “Vivaldi e il segreto del nuovo mondo” non difetta di colpi di scena e di svariate altre caratteristiche da lettura di intrattenimento fine, disseminati al posto giusto al momento giusto.”

Il piacere della lettura che noi amici condividiamo al bar-libreria Controvento è stato dunque  arricchito oggi  da Alvaro e dalle sue spiegazioni. Gli abbiamo chiesto del lavoro a quattro mani con Piccotti: – (coppia che funziona molto bene ) ognuno ha la sua “specializzazione”, chi ha l’idea, chi è esperto diCon Alvaro Torchio. Marzo 14 001 musica,  che sceglie la bibliografia da  consultare…

Alvaro, accompagnato da sua moglie  Maria Grazia, ci ha anche confidato sommessamente  il futuro progetto: un romanzo su un grande personaggio che sicuramente sarà fondato su basi storiche alle quali si aggiungerà la sensibilità del nostro scrittore-poeta. Non vediamo l’ora di leggerlo.

Grazie Alvaro e a presto.

condividi

2 commenti
Lascia un commento »

  1. Piacevole incontro quello con Alvaro ed il suo intrigante giallo storico. Grazie Mirna per accogliere i nostri amici scrittori che ci offrono sempre tanti spunti . Io ho iniziato Salter ( Ma Camilla, la fine è davvero così deludente? Dimmi di no :-(….) e finito Quanta stella c’è nel cielo dell Bruck , consigliato da Emma… Quest’ultimo stupendo…Ho visto poi che nelle sale è uscito Storia di una ladra di libri tratto dal romanzo di Markus Zusak ( la bambina che salvava i libri )che per chi non lo avesse letto è un libro che ho trovato di un’intensità rara , sempre sul tema dell’Olocausto. Un abbraccio a tutti!

  2. Ho visto il film “la ladra di libri”. Se sento parlare di LIBRI mi attivo immediatamente. La storia è bellissima, ma certamente il libro sarà più intenso e meno ridondante. Potenza della lettura e della scrittura.