L’AMORE BUGIARDO di Gillian Flynn, ed. Rizzoli

pubblicato da: Mirna - 28 dicembre, 2013 @ 4:18 pm

I matrimoni sono tutti uguali. Niente è come sembra”

Per chi ama le letture che avvincono  e garantiscono ore di evasione totale questo romanzo è per loro. Per me è stato un compagno eccezionale nei giorni del mal di schiena. Mi ha distratto, incuriosito, elettrizzato. Perchè non  è solo l’analisi di un matrimonio, come mi era sembrato all’inizio quando l’ho scelto frettolosamente in biblioteca insieme ad altri cinque…ma è un thriller. D’altra parte, ho pensato leggendolo, il matrimonio è una  detective story …non si sa mai che cosa pensa esattamente l’altro,  chi è il “colpevole” di certe situazioni  o come andrà a finire.

Ma qui sembra ci sia un omicidio. Tutto ci viene raccontato a due voci, con due punti di vista, anzi  ad un certo punto ne sorgerà un terzo. Sorprese su sorprese come nei migliori gialli.

Parla il marito, Nick Dunne, un bravo e bel ragazzo che è dovuto tornare da New York  nella nativa cittadina del Missouri, dopo la crisi economica del 2008. Ci torna con la moglie Amy, detta la Mitica Amy perchè ispiratrice di romanzi per ragazzi scritti a quattro mani dai suoi  genitori  che hanno sempre preso come spunto il modo di vivere della figlia, anzi generalmente il contrario di quello che lei faceva forse  come stimolo per farla comportare meglio?

Anche Amy lavorava a New York come giornalista, ma ha perso il lavoro, è costretta dunque di malavoglia a seguire il marito nel Missouri e a prestargli gli ultimi soldi per fargli aprire un bar insieme alla sorella gemella Jo.

Amy è capricciosa, determinata,  competitiva, innamorata però del suo bel marito. Quand’è che il loro matrimonio ha iniziato a vacillare?

Lentamente lo scopriremo anche da un diario dove Amy  racconta  in flash back molti episodi della sua vita con Nick.

Il punto è che Amy è scomparsa proprio il giorno del loro quinto  anniversario e nella cucina della loro casa nel Missouri  vi sono tracce di collutazione e di sangue.

Lentamente verranno alla luce aspetti di Nick: marito devoto? cinico e opportunista?

Ed Amy: la ragazza che vuole essere perfetta come nei libri dei genitori? Moglie-stuoino? Donna piena di risorse? Vittima o carnefice?

Gillian Flynn, giovane statunitense, ha già venduto  due milioni di copie di questo Gone Girl, suo primo romanzo dal quale sarà tratto presto anche un film.

Da leggere tutto d’un fiato nei lunghi e piovosi pomeriggi invernali.

Una particolarità: le due voci narranti s0no state tradotte da un uomo (Nick) e da una donna (Amy)

condividi

1 commento
Lascia un commento »

  1. Non solo per chi ama occuparsi del giardino: “L’anno del giardiniere” di Karel Capek, ed. Sellerio. E’ un libricino divertito/divertente (non un manuale), che ci fa conoscere attività-propositi-riflessioni di un giardiniere dilettante.
    “Noi giardinieri viviamo, in un certo senso, nel futuro; se ci fioriscono le rose, pensiamo che l’anno prossimo ci fioriranno ancora meglio; e che, tra una decina di anni, quel piccolo abete sarà un albero.(………)Il giusto, il meglio è davanti a noi. Ogni anno in più aggiunge crescita e bellezza.”
    Buon anno.