AL CONTROVENTO…con passione

pubblicato da: Mirna - 3 marzo, 2014 @ 7:18 pm

Gli incontri con Giovanni Straffelini sono sempre appassionanti e ferventi di domande esistenziali. “Perchè ci siamo?” “Dove andiamo?”, ma ancor prima “Chi siamo?”.

In questo suo secondo libro ” Manifesto per scettici (ma non troppo) in cerca di Dio, Lindau edizioni, Giovanni cerca di dare delle risposte ad alcuni quesiti che si affacciano prepotentemente in ognuno di noi.

Lui confessa,  dopo una certa età.

Straffelini è uno scienziato, è un ingegnere, un professore di metallurgia che insegna all’Università di Trento, ma è soprattutto un uomo che vuole capire questo “nostro transito terrestre” come canta Battiato.

In questo suo nuovo libro che consiglio di leggere e che troverete anche al bar libreria Controvento il nostro simpatico ingegnere parte dai tre Bing bang:

-la nascita dell’universo, circa 13,8 miliardi di anni fa

– la nascita della materia animata dove viene analizzata una suggestione chiamata “la magia dei grandi numeri” (le possibilità?)

– la comparsa dell’uomo.

E subito dopo il mistero della coscienza, che mi intriga fortemente.

E una mente superiore dove la si può scoprire, intravvedere? Nel nostro percorso? in un “assenso emotivo” come suggerisce Giovanni.

Dibattito vivace:altridue scienziati come Santo, neuropsichiatra e Soncini, fisico, rimangono scettici, ma interessati.  E Masi che vorrebbe credere per fede come San Tommaso, borbotta “a che serve sapere se esiste un “costruttore divino”?

Il senso dell’infinito, aggiunge Riccardo, per noi va oltre il conoscibile e l’immaginabile.

Ciò che vi riporto è parziale, tanto più che forse non ho capito tutto…so soltanto che tra noi c’erano persone che credono per fede, tante altre che desiderano capire il senso della vita per tirare fuori la luce.

Scoprire qualcosa e spiegare” conclude Giovanni “dà “luce” allo scienziato.

 

 

condividi

Commenti chiusi