IL GIARDINO SEGRETO,e il desiderio di rinascere

pubblicato da: admin - 24 marzo, 2010 @ 6:23 pm

Una giornata così bella e piena di luce non appaga  completamente il mio desiderio di primavera. Non basta la serena passeggiata lungo il Fersina con una cara amica, non è sufficiente il mio comodo divano immerso nella luce del primo pomeriggio. Sento prepotente il desiderio di fiori, farfalle, cinguettii e profumi nuovi da catturare a tu per tu con la Natura. Ho voglia di un giardino, sia dentro che fuori. Ripenso allora al giardino segreto dell’omonimo romanzo di Frances Hodgson Burnett che ha incantato tanti adolescenti e adulti che si sentono ancora fanciulli. La storia è avvincente e romantica, persino un po’ gotica, dato che si svolge nell’immancabile maniero misterioso che si erge solitario nella brughiera inglese.

La protagonista principale è Mary Lennox, costretta a tornare in Inghilterra dall’India perchè rimasta improvvisamente orfana. Lo zio, Lord Archibald, la ospita nel suo castello , ma non si fa vedere molto, incupito com’è dal dolore insormontabile per la morte della sua giovane moglie Lilias.

Mary ha un caratteraccio, è testarda, indipendente, disubbidiente e ben presto si accorge che nel castello vive  segregato e protetto all’inverosimile il figlio di Lord Archibald, Colin, colpito  da una debilitante ed incomprensibile malattia. Sarà Mary con la sua irruente vivacità e trasgressione a far capire a Colin che egli non è ammalato veramente, ma che teme solo di esserlo, condizionato dall’ansia protettiva del padre.

Questo romanzo pubblicato nel 1909 non ebbe il successo meritato, come invece aveva avuto il precedente  romanzo della  Hodgson Burnett, “Il piccolo Lord,” perchè troppo audace nel messaggio pedagogico : i bambini vanno educati sotto stretta tutela degli adulti, e non possono agire in modo così libero, autonomo e trasgressivo. Dopo gli anni ’70 invece conobbe il successo che tuttora perdura. Ne sono stati tratti anche alcuni film, l’ultimo dei quali è veramente stupendo.

E’ il giardino il co-protagonista della storia: il giardino che Lilias aveva curato tutto per sè, ma che alla sua morte, viene chiuso a chiave dal marito disperato. La chiave sotterrata.

Mary, curiosa, vitale, scopre il giardino, ne ricerca la chiave e la trova grazie a un pettirosso. Ed allora la ragazzina che deve crescere nonostante la perdita dei genitori, rinnovare la sua vita in un altro contesto rinasce insieme al giardino che curato, grazie alla sua attenzione e al suo amore, in primavera risplenderà di fiori e alberi bellissimi.  Rose, gigli, lilium, anemoni e cespugli, e farfalle, api  e uccellini, il tripudio della bellezza e della vita.

Che voglia di giardino! E pensare che lontano nello spazio e nel tempo ne avrei uno, delizioso e montaliano. Per ora mi soffermo nel giardinetto intimo dei ricordi e dell’immaginazione.

Qual è il vostro giardino desiderato? Dove sostare a riposare,  meditare o leggere?

condividi

7 commenti
Lascia un commento »

  1. Il giardino segreto è stato il primo libro che ho letto. ho ancora con me, quella copia regalatami da mia nonna…che bei ricordiche hai fatto rinvenire dolce amica..a bientot

  2. Aria di primavera… Che bello… Non ho mai letto il libro ma ho visto il film e ne sono rimasta incantata. Adoro i giardini, mi ricordo ancora quando me ne stavo con il nonno sulla panchina sotto l’albicocco fiorito del nostro orto a chiacchierare…E il profumo della terra e dei fiori…

  3. Anch’io ho visto il film e nel corso della vita si impara a riconoscere e a volte amare giardini reali ed interiori. Ricordo il giardino inglese a Palermo, meta di passeggiate con i miei genitori e mio fratello, che ormai fa parte dei ricordi della mia infanzia serena, per poi passare a quelli magnifici della “Mortella” ad Ischia, luogo dove ho trascorso quasi una giornata intera durante una calda estate di un mio soggiorno, passeggiando, fermandomi per leggere un po’ o solo per farmi avvolgere dalla bellezza delle innumerevoli piante. Un posto indimenticale, dove mi piacerebbe tornare.
    Recentemente ho visitato i giardini botanici di Kirstenbosch a Città del Capo, dove è possibile effettuare piacevoli passeggiate e trovare solo piante indigene sudafricane (circa 6.000 specie). Il giardino permette inoltre lo sviluppo di piante con esigenze diverse presentando ambienti climatici differenziati anche per la variazione di quota che si ha salendo il pendio della Table Mountain.
    Certamente luoghi unici, ma il mio giardino segreto lo trovo sempre, comunque e ovunque!

  4. Sweet blog! I found it while browsing on Yahoo News. Do you have any suggestions on how to get listed in Yahoo News? I’ve been trying for a while but I never seem to get there! Cheers Also, please check out my website http://pollenexsmokelessashtray820.blinkweb.com/1/2011/09/permanent-stainless-steel-art-2-stainless-steel-dwelling-furnishings-e65d/

  5. My partner and I stumbled over here from a different website and thought I should check things out. I like what I see so i am just following you. Look forward to looking at your web page yet again. Also, please check out my page http://milwaukee31076.onsugar.com/Best-Milwaukee-3107-6-Right-Angle-Drill-Review-16814869

  6. Don’t find fault. Find a remedy. -Henry Ford

  7. Herodotus~ It is better to be envied than pitied.