SOGNI A OCCHI APERTI, e il potere della fantasia

pubblicato da: admin - 8 aprile, 2010 @ 7:18 pm

scansione0010scansione0009Chiudere gli occhi  come Alice, affacciarsi alla finestra, prendere un pizzico di immaginazione e abbandonarsi al fluire della vita. Tracciare nuovi pensieri nella nuova giornata che può essere sempre una pagina bianca. E sognare, anche ad occhi aperti, come suggerisce la piscoanalista  Ethel S.Person autrice di questo libro la cui  lettura mi ha consolato e  ha finalmente legittimato il mio “ mondo parallelo”. Da piccola mi sentivo in colpa quando mi chiamavano e …non “c’ero”, persa com’ero  nei miei castelli in aria. Mia nonna Bianca mi prendeva in giro da pratica massaia emiliana com’era! L’immaginazione è stata una fedele compagna in molte occasioni, nei momenti di noia,  prima di addormentarmi, persino quando lavavo i piatti ; la fantasia correva e mi trasportava in altri luoghi e altri tempi.

Lasciarsi trasportare dalla fantasia è un bene, rassicura l’autrice  “Le fantasie – sogni ad occhi aperti, castelli in aria, scenari mentali di ogni tipo – sono un potente filtro per la nostra esperienza del mondo esterno ed interno…la fantasia è essenziale quanto l’aria” .

Ethel S.Person scrive che seguire il filo delle proprie fantasie è basilare per plasmare la nostra personalità e il nostro percorso esistenziale. Gli scrittori hanno sempre attribuito all’immaginazione un ruolo primario ( ricordiamo le rovinose fantasie di Madame Bovary o l’autocreatività del Grande Gasby), mentre spesso la psicoanalisi ha dato  più importanza all’inconscio.  Sembra proprio che fantasticare ad “occhi aperti”, immaginare situazioni belle o risolutrici di conflitti, liberi dall’angoscia e ci protegga da azioni precipitose. “La fantasia è un teatro nel quale assistiamo ai possibili scenari della nostra vita a venire”.

Non un’inutile distrazione o un rimpiazzo della realtà, ma la fantasia è la capacità mentale  di pensare a possibilità, a contemplare alternative, quindi è creatività!  L’immaginazione è spesso considerata la dote umana per eccellenza. Evviva quindi i sognatori !

Nella sua precisa analisi Ethel S. Person ci spiega quali possono essere i principali sogni delle donne: senz’altro sognare del Principe Azzurro, di una futura famiglia , di riscattare qualcuno di sfortunato. Ricordiamo Jane Eyre e la sua dedizione al signor Rochester diventato cieco. Una mia fantasia di questo genere era quella di “salvare” la piccola fiammifferaia, portarla a casa al caldo, nutrirla e farla stare con noi.

In queste pagine vengono spiegati anche casi clinici in cui le fantasie sono lo strumento per comprendere il malessere psicologico. Un libro interessantissimo dunque per capire i misteri della nostra mente.

Un altro capitolo parla di idoli e identificazioni come schemi di partenza per i sogni ad occhi aperti. Ecco Batman, Wonder Woman, ma anche Rossella O’Hara. E personaggi reali come Jacqueline Onassis e Sylvia Plath. “Tramite l’identificazione, ciascuna razionalizza la propria tristezza, nobilitandola in qualcosa di romantico…”

Quali i vostri sogni ad occhi aperti?

Vorrei comunicare ai miei lettori che la mia video intervista si può vedere al seguente URL:

http://www.trentoblog.it/?page_id=28165

Si parla ovviamente di LETTURA!

condividi

22 commenti
Lascia un commento »

  1. La fantasia e i sogni ad occhi aperti sono sempre stati il mio angolo personale, un rifugio tutto mio nel quale spesso rintanarmi indisturbata, per lasciare fuori il mondo. Fantasticare è meraviglioso e da bambina era per me uno stimolo per “fare” di più, per emulare la personalità così forte delle donne eroine che ammiravo. Da piccola volevo diventare una grande ballerina, una cantante famosa, oppure una giornalista e così la fantasia mi portava tra le sue braccia, verso i sogni più grandi. Ancora adesso, felice pensionata musicista, mi trovo ogni tanto a volare in alto verso i desideri e le aspirazioni che forse la vita ha in serbo per me. Sogno viaggi meravigliosi, musiche emozionanti, momenti impagabili con chi mi ama, molti ritorni di primavera…..e continuo a fantasticare come da bambina!!!
    Complimenti Mirna per la tua video intervista. E’ splendida, sei rilassata, dolce e deliziosa come sempre. Che momenti stupendi ci regali!! Grazie! Bacioni Cris

  2. E’ proprio vero che la fantasia è necessaria come l’aria! Che cosa saremmo senza fantasia? E soprattutto, che mondo sarebbe senza fantasia?
    Per quanto mi riguarda, penso di essere un malato cronico di castelli in aria e sogni ad occhi aperti: ogni tanto, nel giusto ambiente e magari con la giusta musica in sottofondo, non posso far altro che navigare col pensiero sia su situazioni passate che in quel momento ritornano e sembrano più vicine che mai, sia sul futuro, del tipo “farò così quindi quello che succederà sarà così e così…”. E molte volte questo perdersi nei propri pensieri giova anche allo spirito, che si rincuora e diventa più saldo e sicuro di sè.
    Mi associo poi ai complimenti per l’intervista, spontanea e tranquilla come nelle sue lezioni (a proposito: credo che quell’ex alunno nominato di cui è molto contenta si riferisca a me… eheheh… sono molto contento e orgoglioso anch’io di averla avuta come insegnante!)

  3. E’ curioso come appena ho pensato a chi potessi identificarmi come personaggio ” sognato” e verso cui sento molte affinità non ho avuto nessuna esitazione: Marilyn Monroe o meglio Norma Jean Baker. Per quanto strano possa sembrare e per quanto la mia vita sia completamente diversa dalla sua . E’che Norma Jean, trasformata in un sex symbol controvoglia , era una bella ragazza, sensibile e profondamente triste, con una vita terribile alle spalle e tanta fame di affetto. Credo anche molto intelligente… L’ho sempre ammirata ed avrei voluto aiutarla… E’morta prima che io nascessi ma non so come fin da ragazzina a chi mi chiedeva a chi volevo assomigliare rispondevo sempre alla dolce Sugar di A qualcuno piace caldo.Chissà cosa direbbe la psicologa del libro…

  4. “Lo status di idolo viene anche conferito a quelle affascinanti donne-bambine percepite come indifese e inermi o come tragicamente autodistruttive…” spiega la psicoanalista autrice del libro “Questa categoria include figure come Judy Garland, Marilyn Monroe e Billie Holiday. Anche loro controllano gli uomini attraverso la sessualità e il magnetismo personale, ma il loro particolare fascino sta nella sensibilità, nella vulnerabilità, nella sofferenza e nelle intense passioni.”
    Carissima Raffa, grazie di leggermi e scrivere commenti assiduamente. Sono contenta anche di interloquire. Se questo libro ti interessa te lo presto volentieri. Io devo ridarti ancora “Lettera di una sconosciuta.”
    Un abbraccio.

  5. Anche io facevo il sogno ad occhi aperti della piccola fiammifferaia, solo in un momento “sbagliato” del giorno, la mattina, prima di andare a scuola e mentre mi vestivo. Identificandomi in lei facevo finta di ricevere i vestiti da generosi passanti. Passando davanti alla mia porta i miei genitori sbuffavano perche’, vista la mia lentezza media, questa fantasia non andava che a “rallentare” ulteriormente le operazioni mattutine.
    In eta’ piu’ avanzata e comunque a partire dalla mia (tuttora in atto) passione per Guerre Stellari, mi sono sempre identificata in eroi, cavalieri, condottieri, principi. In genere tutti uomini ma dove possibile anche in donne (ma non Giovanna d’Arco, non mi e’ piaciuta la fine che ha fatto). Quando vedo una scena di battaglia ed eroismo mi sento proprio esultare dentro…c’e’ una spiegazione a questa fantasia? Non e’ che in un’altra vita ero Napoleone?

  6. Cara Stefania, come direbbe il dottor Freiss di “Tutti pazzi per amore”, le fantasie del tuo tipo, cioè l’identificazione in eroi, cavalieri e condottieri “sono tipici dei bambini”. E qui parla la psicoanalista Ethel S.Person “queste fantasie sono un’enfatizzazione della visione infantile di quell’adulto potente che un giorno il bambino o bambina diventerà…scegliamo come idoli quelli in cui possiamo genuinamente identificarci e le cui caratteristiche possiamo almeno sperare di incorporare”

  7. Caro Luigi, certo che sei tu il mio speciale ex alunno nominato nell’intervista! Contenta di sapere che oltre alla tua vita di studente impegnato, esperto della prima guerra mondiale, tu abbia anche una intensa vita fantastica che indubbiamente arricchisce profondamente una persona e lo aiuta, come dici tu, a diventare più sicuro e saldo.
    A presto.

  8. Bella l’immagine della nuova giornata come una pagina bianca! Tutte le mattine, sorseggiando a letto il mio primo caffè (il migliore!) della giornata, amo pensare, progettare, fantasticare su quello che farò nelle ore successive. Per me cominciare una nuova giornata è bellissimo, mi sveglio e mi alzo sempre volentieri. Credo che questo confermi il mio inguaribile ottimismo. Il bello è che, pur non realizzando poi sempre tutto quello che “sogno”, sono ugualmente contenta. L’utopia dei miei progetti mi dà la spinta per cominciare sempre con entusiasmo la giornata, che poi va avanti nella sua realtà più o meno bella, ma partendo dall’impulso positivo dei sogni ad occhi aperti. Naturalmente i medesimi continuano nell’arco della giornata, che trascorre intessuta di continui aggiustamenti/aggiornamenti tra il sogno e la realtà… e mi va bene così.
    HO VISTO E RIVISTO CON GRANDE GUSTO LA VIDEOINTERVISTA A MIRNA! Quando dico, e lo dicono tanti, che Mirna è una persona speciale, non è una frase confezionata: tutte le cose che lei ha fatto, tutto quello che ha letto, pensato e scritto la connotano come speciale! Bello il suo blog, con le considerazioni che legano la vita, le intermittenze del cuore ai libri. Belle, vera poesia, le sue poesie: condivido pienamente, cara Mirna, la tua valutazione della poesia come linguaggio per eccellenza, perchè il linguaggio poetico è arte e ne è capace solo chi è creativo, come te.
    Sappiate tutti che Mirna è anche un’ottima preparatrice di gustose e raffinate torte: l’ultima sua che ho assaggiato, quella con le fette di ananas in superficie, era una sterepitosa meraviglia!!!

  9. Penso che la fantasia sia un dono prezioso, che forse non tutti posseggono. Essa, a volte, può permettere di vivere più intensamente e sicuramente aiuta meglio a capirsi e a capire.
    Mi è servita da ragazzina, quando ero affetta da un profondo senso di insicurezza e timidezza, allora mi rifugiavo in un mondo fatto di giardini e castelli, dove ero bellissima e vestita sontuosamente, passeggiavo e leggevo, sempre da sola, ed improvvisamente venivo quasi scoperta da un gentile principe che mi avrebbe parlato e a cui avrei risposto senza arrossire. Prima di questa fase c’è stata quella in cui rilasciavo delle interviste, perché ero diventata una persona importante e tutti dovevano conoscere la mia vita.
    La fantasia più accarezzata e impossibile era di diventare un giorno leggera come una ballerina classica, con tanto di tutù. Il ricordo è legato al film “Scarpette rosse”, che ho visto che avrò avuto circa dieci anni. Più tardi ho scoperto che era diventato un cult movie, simbolo del sogno al cinema.

  10. I alway came here to see and read your articles update.

  11. Triumph affords the sole happiness in your daily course .( Thomas Thomas edison , Yankee designer)

  12. This article is blue ribbon material as far as I¡¯m concerned. I haven¡¯t used my brain so much in years. This is very interesting content.

  13. Rather than produce the same old content you have taken this subject to a whole new level . Kudos for not following the standard writing crowd.

  14. I¡¯m a little surprised at how interesting your content is. I think you should make an ebook out of this information. Thank you for sharing.

  15. 20. I am extremely impressed with your writing skills as well as with the layout on your weblog. Is this a paid theme or did you customize it yourself? Either way keep up the nice quality writing, it’s rare to see a great blog like this one these days..

  16. Don’t worry that may thy situation should end, but rather concern that going barefoot would certainly not have an initial. (B. K. Newman)

  17. Hey there just wanted to give you a quick heads up. The words in your article seem to be running off the screen in Safari. I’m not sure if this is a format issue or something to do with internet browser compatibility but I thought I’d post to let you know. The design look great though! Hope you get the problem resolved soon. Thanks Also, please visit my page http://makita9227c.blogspot.com/

  18. Look high, look low, and we see that gamblers actually form the majority of the world’s inhabitants. -James Runciman, Side Lights (1893)

  19. http://Www.WaUgg.Com centers on Leopard Ugg Boots and various Antique . Ugg Boots On Sale are all here! Each and every Ugg Boots In The Sale may minimal that would

  20. Aw, this was a actually good publish. In idea I’d wish to set in writing like this also – taking time and actual work to make an excellent article… but what can I say… I procrastinate alot and by no means seem to get one thing completed.

  21. valium headache

  22. Thank you for sharing this collection ? I’ll give it a attempt in my leasure time!