LibrIncontri al Caffè

pubblicato da: Mirna - 22 ottobre, 2017 @ 5:31 pm

Rentrée.  Tornati in città da un pezzo si riprendono le piacevoli attività letterarie e ludiche. Fra queste i nostri incontri al Caffè Città per parlare LibrIncontri 18.10.17delle nostre letture. E dopo più di tre mesi di distacco ne abbiamo  da raccontare!

Sempre piacevole riprendere i fili dell’amicizia e delle condivisioni.

Il nostro angolo-salotto dai divanetti rossi , i nostri caffè, l’immediata sintonia ci ricollegano con facilità agli anni passati.

Contenta che siano arrivate anche Maria Pia e Paola.

IMG_20171018_171419Via con i consigli dunque:

OMBRE , racconti non metafisici di autori vari fra cui Stephen King, Joyce C. Oates e altri sul tema del silenzio, ispirati tutti ai quadri di Hopper e alle sue inquietanti visioni stilizzate di un’America perduta.

Sempre Maria Grazia racconta di aver riletto “Lettera a una sconosciuta” di Stefen Zweig. :

” un famoso scrittore viennese, di ritorno da un viaggio di tre giorni in montagna, nel giorno del suo quarantunesimo compleanno riceve una lunga lettera priva dell’indirizzo del mittente. Nella lettera una donna che non rivela il suo nome descrive la propria vita, che è stata segnata dall’amore non corrisposto per lo scrittore destinatario.”

Credo che oltre alle novità letterarie la rilettura di buoni romanzi sia piacevole e arricchente, anzi proporrei di condividere con gli altri del gruppo e del blog un libro che ci sia piaciuto particolarmente.

LibrIncontri 8 marzo 17 003 (2)Nadia (seppur assente)  ci ha già suggerito”L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera.

Che ne pensate?

Maria Pia ci suggerisce Delphine de Vigan  delphine de viganDa una storia vera  

 si rivela un libro potente, spiazzante, che riflette sulla celebrità, sull’ossessione, sull’atto stesso di scrivere e di inventare. Un’elegante riflessione su cosa sia la verità e sul suo significato. Delphine De Vigan si conferma un’autrice preziosa, dallo sguardo indagatore e profondo, dallo stile impeccabile e trascinante. Un libro da leggere e rileggere, per apprezzare di nuovo lo svolgimento dei fatti dal punto di vista di Delphine narratrice. E, come lei, assistere impotente alla caduta di Delphine personaggio, incapaci di gridarle di scappare, prima che sia troppo tardi.”

Un’altra importante lettura è Come ottenere il meglio da sè e dagli altri di Antony Robbins, edizione del 2017,  Consigli per crescere, avere successo, stare meglio, essere felici. Provare per credere ci dice Carla che lo sta leggendo e già ne ha avuto giovamenti.LiubrIncontri 18.10.17

Un altro saggio intrigante ci è consigliato da Paola “I tabù del mondo” di Massimo Recalcati. Si parla delle paure e di tanto altro, c’è anche un bel capitolo dedicato all’importanza e alla necessità della lettura. Per capire meglio il nostro mondo e le trasgressioni senza più limiti.

LUIGI-E-ANTONIETTA.-Memorie-di-famigliaDi Andrea Pirandello “Luigi e Antonietta ” Il nipote del grande scrittore ripercorre  le vicende della famiglia con particolare riguardo alle prime fasi del matrimonio di Luigi e Antonietta. Preziosa e inedita testimonianza della famiglia dall’interno.

Ed ancora un romanzo autobiografico “Una storia di amore e di tenebra ” di Amos Oz pubblicato nel 2002 e poi tradotto in quindici lingue. Dalle radici della sua famiglia  Amos Oz ripercorre le vicende storiche di Israele e del suo tempo.

Asor RosaStorie di animali e di altri viventi”

“La donna che scriveva racconti” di Lucia Berlin

e tanti altri titoli e commenti che si sono persi tra un sorriso , un caffè, una cioccolata e il piacere di stare insieme.

 

 

 

condividi

Commenti chiusi