ELOGIO DELLA SOLITUDINE

pubblicato da: Mirna - 4 aprile, 2019 @ 6:56 am

Attenzione, non dell’isolamento. Ma di  lunghi momenti soltanto per noi, a tu per tu con se stessi, con i ricordi, le nuove scoperte  , il IMG_20190325_112948momento in cui si vive.

Adoro queste mattine soleggiate d’inizio primavera in cui il mio condominio sembra un transatlantico pronto a partire per mille porti lontani. Vedo il fumo volteggiare nel cielo azzurro, gli impiegati della provincia che lavorano negli uffici di fronte, i passerotti che aspettano pazientemente che qualcuno di noi condomini lasci qualche briciola sul davanzale.

Allora metto le canzoni dei Mamas and Papas nel lettore CD e mi lascio trasportare sul mare dell’esistenza. Con chi condividere queste canzoni come  “This is dedicated to the one I love?“. Certamente Giuliana se la ricorderebbe insieme ai tempi della swinging London. E’ talmente presente ogni istante del passato, del presente- io felice alla finestra con una sigarettina  – il futuro prossimo: un pranzo con gli amici in un maso sulle colline di Trento. “Life is great” diceva Franckie , la nostra amica irlandese.

Occorre dunque una mattinata per sè, non basta la stanza tutta per sè, occorre la capacità di stare bene da soli per riattingere energie, il senso della nostra vita e – sforzandosi un po’ – quella dell’intero cosmo.

condividi

Commenti chiusi