NOVEMBER SWEET NOVEMBER

pubblicato da: Mirna - 17 novembre, 2019 @ 8:43 pm

IMG_20191112_093737Certamente questo novembre 2019 non è dolce per noi.  E’ disastroso. Pioggia battente ovunque. Venezia, Matera e tanti altri luoghi in ginocchio. Freddo e grigio.

E dentro di noi? Rassegnazione e adattamento. This is life.

Non vivremo in eterno, gli agées come me, sanno che ogni giorno è prezioso. Da vivere dunque.

Si può uscire anche sotto il diluvio per incontrare alcune amiche e berci un caffè e poi… a casa.

Home sweet home. _20191110_083801Calda e colorata.

Con un gatto nero.

Oggi 17 novembre è la Festa del gatto nero.

Per sfatare pregiudizi stregoneschi.

Dolcezze dell’amore di un esserino che dipende totalmente da me ormai.

IMG_20191117_132847(1)Ma non solo lei. Ora c’è Annibale, che a dispetto della vicina anti-piccione, viene ogni mattina davanti alla mia finestra.

Che devo fare secondo voi? Mi guarda e “dice” che ha fame e freddo. IMG_20191117_132736

Gli dò un po’ di muesli.

Poi cerco di “colorare” questa bigia giornata.

So che leggerò, ma i grandi lettori spesso sentono il  bisogno di scrivere. E allora apro il blog… ormai il mio diario cartaceo – anni e anni di riempimento di quaderni –   che si è spostato nel PC.IMG_20191103_191334

Mi hanno fatto piacere i commenti delle amiche che stanno “crescendo” insieme a me.

Invecchiare è un’avventura per spiriti forti!

Penso a mia nonna Bianca, grande maitre à penser per me, mia mamma, mia figlia.

Una “golosa” di vita, una temeraria, una che cantava sempre.

Classe 1882, come Virgina Woolf.

Ma ceto soaciale e luogo diversi. Da poverissima, ma felice, adorata dai ragazzi sposa un benestante cittadino di Carpi, il famoso -allora – umon, alto più di 1.90 (lei poco pìù di 1.55 cm). Dalla miseria ai soggiorni a Salsomaggiore con l’Isotta Fraschini.

_20191117_134452Sempre cantando fa quattro figli, ma rimane vedova e si lascia imbrogliare dai dipendenti.

Di nuovo povera. Ma sempre felice.

So, a proposito di piccioni che anche lei li ” amava” molto.

Dava loro le briciole…ma in tempo di guerra…sembra –  secondo la leggenda familiare – che a un certo punto li prendesse  dolcemente per il collo torcendoglielo …e voilà  pronto un _20191117_135613pranzetto .

Diceva spesso che la ricchezza di un individuo sta nel proprio carattere, in ciò che è .

Di lei ricordo soprattutto sorrisi, risate, canzoni.

Anche la mia bella e giovane mamma bionda cantava come lei insegnandomi il gusto per ogni minimo piacevole accadimento: una giornata di sole, una passeggiata, un giro in bicicletta con amiche, un buon piatto.

Devo a loro il mio sense of humour, il non cedere del tutto davanti ai dolori, l’ottimismo di Rossella O’Hara che diceva che domani è un altro giorno e che ci può portare arcobaleni e belle notizie.

Perchè no?

Anche alla nostra età, forse ancor di più.

 

 

 

 

condividi

4 commenti
Lascia un commento »

  1. Mi associo con gioia alle considerazioni positive sull’età che avanza e sottolineo la bellezza del saper gustare la tranquillità e la libertà di scegliere come impiegare il nostro tempo non più costretto da impegni imposti, ma – se mai – ricco di impegni voluti e graditi, quindi davvero assaporati.
    E a proposito del passato, proprio ieri sera davanti ad un’ottima pizza parlavo con la cara amica Rosetta di Rovereto del piacere e dalla frequenza con cui ora, in età avanzata, mi capita di ripensare a persone, momenti, atmosfere che fanno parte del mio bagaglio di vita. I ricordi naturalmente si arricchiscono col passare del tempo ed io mi ritengo fortunata per la gioia che provo nel ricordare.
    I nuovi impegni (essenzialmente le nipotine), pur a volte affaticanti, fanno sì che ora siano meravigliosi, impagabili l’intimità dalla casa, la tranquillità e i rapporti amicali consolidati negli anni.
    Grazie, cara Mirna, per aver fatto emergere questi pensieri belli e per averlo fatto con la tua delicatezza intrisa di quel senso dell’umorismo che io definisco gioia di vivere.

  2. Hola Mirna, è come dici: la lettura “chiama” la scrittura e vciceversa. Noi persone lettrici e scrittrici, molto affezionate alla vita (possiamo contare una buona anzianità di iscrizione a questo Club!), siamo fortunate: riempiamo ogni giornata molto di più di quanto non lasciamo alle nostre spalle. Un fuerte abrazo!

  3. La dolce ala dell’Amicizia che ci avvolge in consonanze. Conforto, bellezza, sorrisi, affetto.

  4. Cara Mirna eccoti i libri che parlano di extraterrestri scritti da Zacharia Sitchin il più grande conoscitore della lingua sumerica. Da leggersi in quest ordine:
    IL DODICESIMO PIANETA
    GUERRE ATOMICHE AL TEMPO DEGLI DEI
    GLI DEI DALLE LACRIME D’ORO

    SE PUOI FALLO SAPERE AL GRUPPO. GRAZIE. SAI COSA E’ SUCCESSO CON QUEL CAMBIO DI INDIRIZZO DEL TUO SITO? PUO’ ESSERE UN VIRUS? BRAVA CHI L’HA CORRETTO.