MARTIN LUTERO 500 ANNI FA

pubblicato da: Riccardo Lucatti - 1 Novembre, 2017 @ 5:35 am

Detto altrimenti: un macigno caduto dalla montagna o una pietra d’angolo?    (post 2884)

bty.

Ieri, il giorno esatto, 500 anni fa … la sua riforma. Ri-formare, dare nuova forma a -. Tutto cominciò contro. Contro la vendita delle indulgenze, il mercimonio della misericordia. Si paga il biglietto per cancellare i peccati commessi, quelli futuri e quelli dei propri defunti. A catalogo.  Poi da cosa nasca cosa: ed ecco il ritorno alla scrittura: “Ditemi dove e come le mie tesi contraddicono la Sacra Scrittura”. Non ebbe mai risposta. Il suo peccato? Oltre che opporsi al mercato della salvezza eterna, l’avere preteso di essere un seguace delle Sacre Scritture e non del papa di turno. Dichiarato eretico da un tribunale laico (!?). Impero e Chiesa, due ordini costituiti reciprocamente e reciprocamente autoreggenti. Come le calze delle donne. Tertium non datur.

Ieri. Alfonso Masi e i suoi amici. Una lettura a cinque voci di estratti, brani, frammenti storici. Un grande lavoro di ricerca e di sintesi alla base di tutto ciò. Alfonso Masi è stato maestro. Ora è Maestro: infatti egli ricerca, sceglie, legge, studia, comprende, sintetizza letteratura, arte, storia. Poi prepara i suoi co-attori (Tiziano Chiogna, Vito Basiliana, Mimmo Iannelli, Fiorenzo Pojer) e organizza l’evento. Infine è attore lui stesso.

La sala piena. La presentazione. Le conclusioni da parte dell’ospite della manifestazione: “E’ un bene che oggi sia ripreso il dialogo … su alcune parole – non su tutte – si concorda”. Ecco …  in quel “non su tutte” vive ancora la difficoltà nell’ammettere errori storici. La Chiesa si rinnova, ma “con judicio” e prima che ai sacerdoti sia concesso di sposarsi passerà un’altra cinquecentina d’anni, trascorsi i quali forse anche le donne potranno diventare ministri del culto.

Lutero si sposa. Con una ex suora. Cinque figli. Dice ad un amico: stiamo attuando la prescrizione della Genesi (I, 28): “Crescete e moltiplicatevi”. Ogni anno un mio amico filosofo, storico, sacerdote, organizza e guida un viaggio nei luoghi di Lutero. La prossima volta vorrò andarci.

.


  • Alfonso Masi

    Grazie, Riccardo, per il tuo post su Lutero. Con poche parole hai centrato la sua figura e la centralità che ha avuto nel suo pensiero la Sacra Scrittura. All’Università di Wittenberg aveva tenuto corsi sui salmi e sulla lettera ai Romani, cose inconcepibili nelle Università italiane in cui ci si era fermati alla teologia di S. Tommaso, fra l’altro interpretata male dal Card. Caetano di cui si diceva: si vis intelligere Caetanum, lege Thomam.