ACCADEMIA DELLE MUSE

pubblicato da: Riccardo Lucatti - 5 Marzo, 2019 @ 9:29 am


Detto altrimenti: se non ci conoscete, leggeteci nei post … (dei mesi e degli anni precedenti)           (post 3531)

Circolo amicale e culturale privato. Da oltre 10 anni, 9 riunioni all’anno, 2 eventi per riunione … fate voi il calcolo! Per questo Carnevale, per la riunione del 4 febbraio avevamo preparato la rappresentazione dell’Allegra Compagnia dei Guitti in La Locandiera di Goldoni, su una sintesi dei cinque atti abilmente operata da Maria Teresa. Poi, a causa dell’influenza di tre interpreti, la rappresentazione è stata rimandata a ieri sera.

Cristina, Giovanna, Letizia, Giacinta

Ieri era, nella prima parte, Donne In-Canto nel senso che Cristina al pianoforte (e anche voce) e le voci Giacinta, Giovanna e Letizia (in stretto ordine alfabetico! Barbara, “voce” assente giustificata per mal di gola!)  hanno suonato e cantato “Buongiorno Principessa” (Piovani); “Non t’amo più” (Tosti); “Magnificat” (Frisina); “Uomini soli” (Pooh); “Tu che di gel sei cinta” (Puccini); “Dicitincello vuje” (Falvo); “Luna tu” (Ranzato); “Tacea la notte placida” (Verdi); “Ballata per Adelina” (Kleidermann), “Duetto” (Offenbach). Bravissime le interpreti! La “platea” ha mostrato di apprezzare il concerto con una standing ovation, anche a riconoscimento del lavoro di preparazione che ha comportato!

Ho omesso la foto delle bottiglie perchè altrimenti a fine serata la polizia non ci avrebbe fatto risalire in auto!

.

.

.

.

E’ seguito il consueto intermezzo eno-gastro-astronomico, con la particolarità che gli “attori” della seconda parte della serata ne hanno potuto godere assai poco, impegnati com’erano al piano di sopra ad indossare i costumi di scena (evvabbè …).

.

.

.

.

.

Mirandolina con il suo cameriere Fabrizio

Sul finire del “banchetto” che si è svolto a piano terra, lentamente come tante Vanda Osiris, gli “attori” hanno sceso in fila indiana la scala interna per radunarsi dietro “le quinte” (cioè nel salottino posteriore). In tale momento non si è potuto evitare che parte del pubblico li potesse vedere, ma era stata data loro una precisa direttiva: “Guardate dritto dinanzi a voi, non sorridete, non parlate con nessuno”. E così è stato (c’è stato anche chi, nel passaggio, si è coperto il volto con il copione).

Ma … direte voi, come era compost il cast? Eccolo

Il Cavaliere di Ripafratta e lo svenimento per amore della bella Mirandolina

Sceneggiatrice: Maria Teresa – Regia: Maria Teresa e Alfonso – Costumi: Cristina – Musico: Luciano – Presentatrici: Giovanna e Rina – Fotografie: Gigliola, Francesca.

Personaggi ed interpreti (in ordine di apparizione):

Verso l’epilogo

Mirandolina, locandiera: Giovanni – Marchese di Forlimpopoli: Mirna – Conte d’Albafiorita: Maria Teresa – Cavaliere di Ripafratta: Alfonso – Cameriere Fabrizio: Riccardo – Comica Dejanira: Gianfranco – Comica Ortensia: Ernesto.

I Guitti ringraziano il pubblico

La rappresentazione è durata un’ora sana sana. Essa fa seguito alle rappresentazioni degli anni precedenti: ricorderete “Il Ventaglio” (Goldoni); la “Mandragola” (Machiavelli); i “Menecmi”(Plauto): la “Lisistrata” (Aristofane), tutte per la sceneggiatura e regia di Maria Teresa e costumi di Cristina.

Lunedì 11 marzo ad ore 16, si replica in trasferta presso la RSA Casa Famiglia di Cadine (Direttore Patick Coser).

Mentre pubblico questo post mi arrivano il seguente messaggio da Augusta: “Dal Picolo di Milano è arrivata richiesta per la Locandiera. Per confermare attendo la vostra disponibilità”

A fine serata, Enrico Fuochi ha ricordato la mostra fotografica dei fotopittoritrattori CrazyClick, Carlo Ferrara, Michela Goretti, Laura Zinetti ed Enrico Fuochi, da lui stesso curata: “Il corpo e l’anima” presso la Galleria Civica Craffonara in Riva del Garda: inaugurazione sabato 9 marzo ad ore 17,00 con recital a cura di Alfonso Masi. Visitabile dal 9 al 24 marzo, con il seguente orario: 10,00-12,00 // 14,30 – 18,00.

La Presidente Cristina ha ricordato il nostro prossimo appuntamento accademico: lunedì 1° aprile, “Omaggio a Lucio Battisti” e “Arte e Follia” … e non è un pesce d’Aprile!

Grazie alla nostra ospite, la Presidente Cristina e buona Accademia delle Muse a tutte e a tutti!

.