GRATUITO PATROCINIO

pubblicato da: Riccardo Lucatti - 14 Settembre, 2012 @ 5:30 am

Detto altrimenti: troppo difficile da ottenere … 

Una storia vera: Tizio è amico di Caio e lo sta aiutando a difendersi da un’azione ingiusta perpetrata da Sempronio a suo danno. Caio non ha risorse finanziarie. Tizio è anche amico mio e mi ha chiesto di essere indirizzato al servizio del Gratuito Patrocinio Legale, previsto per chi non si può permettere di pagarsi l’avvocato. Mi sono informato presso l’Ordine degli Avvocati. Il Gratuito Patrocinio è concesso a chi non supera un imponibile di €10.626 annui, ivi compresi i redditi dell’intero nucleo familiare. Caio ha un lavoro part time che gli rende €900 netti in busta e spende €300 di affitto. Tuttavia il suo imponibile supera il livello massimo stabilito, quindi è “ricco” e non ha diritto di beneficiare del Gratuito Patrocinio. Se vuole difendersi, deve pagarsi l’avvocato.

Forse sarebbe il caso di rivalutare il livello di povertà, al di sotto del quale viene concesso il Gratuito Patrocinio.


  • Katia

    “Forse sarebbe il caso di rivalutare il livello di povertà, al di sotto del quale viene concesso il Gratuito Patrocinio.” E non solo per quello, ci sono molti casi in cui delle persone potrebbero attendersi serenamente di poter fruire di un servizio, aiuto, facilitazione, sconto, qualcosina insomma e si sentono dire che il loro reddito è troppo alto anche se hanno le pezze al sedere, e dignitosamente le nascondono! Ma le olgettine avevano e tuttora hanno tanto bisogno di casa e emolumento mensile…. Per non parlare di tutti i privilegi di casta e categorie …

    Sarebbe ora di rivalutare l’onestà.