SENZA VINCOLO DI MANDATO?

pubblicato da: Riccardo Lucatti - 4 febbraio, 2018 @ 10:38 am

Detto altrimenti: con o senza vincolo, comunque sempre con il punto interrogativo       (post 3060)

  • La Costituzione stabilisce che i parlamentari operano senza vincolo di mandato, nel senso che, eletti dagli elettori, operano sulla base di un mandato fiduciario. La cosa può essere discutibile, ma questa è un’altra storia.
  • Oggi i parlamentari sono “eletti” dalle segreterie dei partiti. Continuano a non avere vincolo di mandato.
  • I parlamentari eletti/nominati in un particolare partito, devono firmare un impegno a rispettare un vincolo, pena una multa di 100.000 euro, ma anche questa è un’altra storia.

downloadInsomma, il cittadino “elegge” chi viene proposto/imposto dai partiti. L’eletto poi fa quello che vuole lui o quello che vuole il suo partito, non quello che vuole il suo elettore. Mi chiedo: che fine fa la “catena della trasmissione/distribuzione  della volontà democratica popolare”? Prima di porci la domanda con/senza, chiediamoci chi è il mandante di quel mandato!  Se in un’automobile si rompe la catena di distribuzione, si rompe l’intero motore.

.

.

condividi