ASILI NIDO

pubblicato da: Riccardo Lucatti - 6 aprile, 2018 @ 6:58 am

Detto altrimenti: non meno importanti dei Punti Nascita   (post 3137)

Avviso: stiamo cercando tricicli e biciclettine per bimbi che non ne hanno. Grazie di cuore da parte loro se ci date una mano … (miei rif.: 335 5487516 – riccardo.lucatti@hotmail.it)

Jpeg

Io sono in fondo, contro la parete bianca, a destra della porta per chi entra …

Ieri ero in una città del nord, a fare il nonno della mia nipotina  di cinque mesi. Accompagno mia nuora ad una esposizione da parte degli addetti del Comune circa la modalità per la iscrizione agli Asili Nido. Siamo in una regione all’avanguardia nel settore del sociale, tuttavia … tuttavia una sala (ovviamente) piena soprattutto di giovani mamme, molte con il bimbo in braccio, alcune con il marito. Man mano che la discussione si è protratta, aumentava (ovviamente e prevedibilmente) il numero dei bimbi che si lamentavano.

.

.

downloadUn solo microfono, con il filo, in mano all’oratrice. Non si udivano le domande delle varie mamme, bensì solo le risposte. Vicino a me, due funzionari del Comune. Dico: “Un “gelato” non ce l’avete?” “No, sappiamo da sempre che questo è un problema”. Da sempre? ah … vabbè … allora … E allora ho detto loro che se mi avessero dato un indirizzo avrei provveduto io a regalarne uno alla struttura. Ma questo è in aspetto “superficiale”. Gli aspetti negativi sostanziali sono stati:

.

  1. La procedura di scelta e di iscrizione è molto (troppo) complessa.
  2. Il Comune non si preoccupa a che siano soddisfatte tutte le domande, bensì solo quelle di chi “rientra in graduatoria”. E gli altri?
  3. La graduatoria non tiene conto del fatto che esistano o meno su piazza nonni abili all’assistenza a figli/e e generi/nuore.

Sull’ultimo punto ho intervistato un funzionario comunale che era seduto al mio fianco: “Si, una volta se ne teneva conto, ma poi hanno tolto questo discrimine”. Ah. Ho capito, l’hanno tolto, ora è tutto chiaro …

imagesAl che mi sono detto: si parla tanto del problema di Punti Nascita e molto, molto meno di quello degli Asili Nido, ma … una volta nati, di questi piccoli che ne facciamo? Sarebbe un po’ come preoccuparsi di costruire una bellissima autostrada, ma, arrivati all’attraversamento di una valle, trascurare di costruire un ponte. Dice … ma poi ci sono gli asili nido aziendali, quelli privati, quelli privati “calmierati” … Ah, ho capito: chi ha soldi, chi ha un buon (ottimo) lavoro, chi sa smanettare (molto) bene e tempestivamente sul computer se la cava. Ma … gli altri? Gli altri … be’ … come diceva Totò nel famoso film: “Italiani, arrangiatevi!”

Appendice

  • Dice … ma non ci sono fondi sufficienti … il bilancio del Comune … Rispondo: è una questione di priorità.
  • Se io, nella mia lunga vita di manager, di fronte ad un problema grave, lo avessi risolto solo a metà, l’azionista mi avrebbe detto: Io la pago perché lei risolva l’intero problema, non solo metà. Quella è la porta, torni con la soluzione (nel migliore dei casi)/ lei è licenziato (nel peggiore).
  • Dice … ma rispetto alle altre regioni non siamo messi male. Rispondo: confrontiamoci con chi fa meglio di noi, non peggio.

 

condividi

TAGS: