KAMISHIBAI A FORNACE

pubblicato da: Riccardo Lucatti - 7 aprile, 2018 @ 4:59 am

Detto altrimenti: “Teatro di carta” per bimbi dai 4 agli 8 anni       (post 3138)

Avviso: stiamo cercando tricicli e biciclettine per bimbi che non ne hanno. Grazie di cuore da parte loro se ci date una mano … (miei rif.: 335 5487516 – riccardo.lucatti@hotmail.it)

.2018-04 Kamishibai

.

.

Fornace, 1400 abitanti a 25 km da Trento e 740 metri di altitudine in una valletta ampia e soleggiata ricca di …iniziative. Come quella lanciata da Francesco Azzolini, responsabile del Servizio Bibliotecario Intercomunale di Pubblica Lettura dei Comuni di Baselga di Pinè e Fornace: il Kamishibai, ovvero in Teatro di carta.

.

.

.

.

dav

Forcace, il seicentesco Palazzo Salvadori, sede del Punto di Lettura

.

.

Cose d’altri tempi e luoghi, direte voi. Infatti l’origine è giapponese e i tempi …  ma tant’è, Valentina Donati da Lavis, con il supporto di Carla Lenzi e di Sara Candidi,  ha portato qui, a mezza montagna, nel Punto di Lettura Fornace, la sua Valigia di Kamishibai. Funziona così: un teatrino in legno, pieghevole: Valentina siede dietro la piccola struttura e man mano fa scorrere quali successivi fondali le diverse successive scene del racconto che … lei stessa va leggendo stampate sul retro dei “fogli scena”. Ai “suoi tempi” il teatrino veniva portato di paese in paese,  a mano, come una valigetta, dal teatrante, il quale, arrivato sulla piazza, attirava gli spettatori con un tamburello di legno e a fine rappresentazione, raccoglieva le loro offerte.

.

.

.

.

dav

            Valentina e Carla

.

.

Le storie sono brevi, ognuna con un significato educativo. I titoli? Eccone alcuni: L’uomo che misurava le nuvole; Il mio colore; Il formica; Il cavallo ed il soldato; Come me; Il vecchio faggio; il Caldomorbido.

.

.

.

.

burst

.

Un ritorno all’antico, all’essenziale, in un’era in cui tutto, troppo di tutto, ci scivola sopra e di cui molto spesso, nulla ci resta. Il troppo, il troppo veloce, il superficiale … ecco cosa è superato e sconfitto dal Kamishibai: i bimbi sono attratti dai disegni e dalle parole, catalizzatori della loro fantasia, del loro volere e sapere vedere oltre grazie alla loro immaginazione.

.

.

dav

La valigia di Valentina, piena di storie magiche

.

.

E poi, last but not least, l’aspetto umano: i bambini, una volta cresciuti, ricorderanno che “qualcuno” si è dedicato a loro e loro stessi saranno indotti a dedicarsi agli Altri in un rapporto di disponibilità a donare e a ricevere. Ma … donare e ricevere cosa, direte voi? Ecco … semplicemente il calore dell’Umanità. Se vi pare poco …

.

.

.

Appendice

.

.dav

.

I lavori dei piccoli frequentatori del Punto di Lettura

.

.


.

.

dav

.

.

.

Qui a fianco: un ultimo sguardo dalla finestra, prima di lasciare Fornace.

.

.

.

.

dav

           Addio monti …

.

.

.

E dopo avere pubblicato questo post, sono tornato a letto, poi mi sono alzato “presto” e sono andato a farmi l’ultima sciata di stagione in Paganella (i cui impianti di risalita  funzionano anche domani, ma domani mi g’ho mesteri fa far). Ultima sciata  in Paganella, perché mi aspetta ancora il Tonale, dove il 15 del mese si festeggia il 30° compleanno della Carosello Tonale SpA, che io fondai 30 anni fa per la riorganizzazione e il rilancio dell’economia sciistica del passo. E lì, un paio di giorni di sciate mi ci scappano ancora …

.

.

.

condividi