SECOND “ONE DAY BYKE”

pubblicato da: Riccardo Lucatti - 17 Giugno, 2012 @ 6:53 pm

Detto altrimenti: anche per non ciclisti!

Brunico FS

Un circolo culturale privato, l’Accademia delle Muse, ha organizzato una pedalata sociale per non ciclisti, da Brunico a Campo Tures e ritorno. Lo so, i ciclisti “abituali” diranno: pochi km, poca salita … ma la gioia di non-ciclisti- abituali nel ritrovarsi “scopritori” di spettacoli normalmente riservati ai ciclisti abituali, dove la mettete?
Eravamo in dieci, su tre auto. A Brunico Stazione FS, ampio posteggio auto e noleggio bici, €16,00 al giorno (per chi non se la era portata appresso). Piccolo bar. I WC sono “in fondo a destra”, seguendo il marciapiede ferroviario verso nord est, direzione Dobbiaco, ci sono, credete a me, anche se li vedete solo all’ultimo momento!). Indi con le bici si prende l’ascensore in stazione (che lusso!) che ci porta in bassio, al piano strada e via, a destra, verso la Valle Aurina!

La neve dalla ciclabile

Si pedala in leggerissima salita inferiore all’1%. La seconda metà del percorso è stupenda: la valle è ampia, piena di sole, si pedala fra prati verdissimi e sullo sfondo le montagne bianche di neve!
Arrivati a Camitata, circa 1,5 km prima di campo Tures, si conferma la nostra presenza al bar ristorante Brugghof (Biker Gasthof- Pub- Raftingcenter tel. 3482611612) per il pranzo per le 12,30. Menù con poca scelta, ma più che sufficiente: insalate miste a gogo, due primi, carne, contorni, (ma non ce la fate a mangiare primi + secondi!), dolce etc.

 

 

Si mangia!

Qualità ottima e portate giganti. Prezzi accettabilissimi (€17,5 a testa, vini e caffè compresi!). Indi liberi tutti! Chi si spaparanza al sole, chi va in centro a Campo Tures, chi cerca di raggiungere le cascate di Riva, salvo scoprire che dopo la pedalatina aggiuntiva, sarebbe stato necessario camminare per 45 minuti: sarà per un’altra volta.
Quindi si riparte. Visita al centro di Brunico e poi, tutti a Novacella. Sempre splendida!
Alle 20,00 eravamo a Trento, “stanchi ma contenti della bella giornata trascorsa”.

 

 

Novacella Group

Tutti, a Novacella ( e qui ci sono anch’io … nella foto … il terzo da sinistra … che figo!)

 

 

 

 

 

Si attendono i commenti dei partecipanti!

 

 


  • Cristina

    Che bello questo Post e che giornata memorabile! Grazie Riccardo e grazie a tutti gli accademici!!!
    Attendevo con un certo timore questa biciclettata, perchè temevo di non reggere una pedalata così lunga. Per i ciclisti abituali è semplicissima, ma per me che non pedalo per chilometri e non tutti i giorni, poteva essere faticoso. Invece, quando mi sono trovata con il gruppo, l’entusiasmo mi ha dato una carica notevole. E così, con il caschetto protettivo in testa, i pantaloncini adatti cioè “ammorbiditi”, lo zainetto in spalla con dentro la crema per il sole, ma anche la ventina per la pioggia, mi sono sentita all’improvviso una ciclista provetta! La giornata è stato un continuo susseguirsi di emozioni a contatto con la natura. Un silenzio meraviglioso ci accompagnava nella nostra ritmica pedalata e anche gli uccellini sembravano zittirsi al nostro passaggio. Che gruppo, ragazzi! Gianfranco sempre davanti a noi, quasi in perlustrazione, ci incoraggiava nei momenti di salita, quasi tagliandoci l’aria per poi lasciarci godere in pieno della fresca brezza del mattino. Ogni tanto eravamo superati da ciclisti, a mio avviso un tantino spericolati, che quasi invidiavo per la loro velocità. E io arrancavo… Poi piano piano, con i muscoli ben riscaldati e l’allegria del gruppo, mi sono sentita una ciclista praticamente pronta per le olimpiadi! Che soddisfazione e quanto mi sono divertita. Pedalando in silenzio mi sentivo parte della natura e quella neve sulla montagna di fronte a noi aveva una magia incredibile, le baite sperdute, qualche campanaccio che suonava ritmicamente, il profumo del fieno appena tagliato…cosa vuoi di più? E poi, dopo quella leggera curva…. tre scolaresche di bambini! Tutti piccoli, con le loro biciclettine e i caschetti in testa, festanti per la gitarella, pedalavano come matti. E’ stato dolcissimo ammirarli un momento, perchè anche loro erano felici come noi mezzo alla natura e il loro chiacchiericcio era simpatico.
    Splendida giornata di sole, ottimo e super abbondante il cibo, molto gradevole la sosta e po via…. c’è ancora il ritorno. Comunque tutti eravamo tranquilli, dato che le salite dell’andata, sarebbero state delle stupende discese al ritorno!. Giusto, naturalmente, ma nessuno di noi aveva fatto i conti con il vento…contrario!! Non importa, questo nessuno poteva saperlo e anche con il vento è stata un’ottima occasione per rinforzare la muscolatura delle nostre gambe.
    E il sole picchiava! “Una fontana amici e non è un miraggio!!” grida qualcuno! Molto bene, rinfrescati magnificamente siamo quindi arrivati all’agognata meta e già si vedevano le nostre macchine in lontananza. Tutto è andato bene, le guance più arrossate del mattino e le spalle decisamente abbronzate, i muscoli forse affaticati ma gli occhi brillanti per la gioia. Grazie a tutti quanti per ciò che abbiamo condiviso in questa gita, per l’allegria, la disponibilità e la simpatia che è stata il vero motore che ci ha fatto pedalare con più forza.
    Un abbraccio a tutti e alla prossima biciclettata. Io mi prenoto subito. Bacioni Cris

  • Riccardo Lucatti

    Ricevo e trascrivo:
    “Carissimo Riccardo, bravissimo! belle le foto! Ci sentiremo a breve! E’ stata una gita magnifica, da ripetere con nuova meta! Affettuosamente, Emanuela e Bruno”.

  • maria teresa

    Bella, bellissima giornata! Andare in luoghi ameni e fare sano movimento, il tutto in ottima compagnia, è il massimo. Anch’io mi sono divertita tanto e ho portato a casa immagini stupende di paesaggi, approfondimento di conoscenza di qualcuno, voglia di fare presto un’altra gita di questo genere e… grande arrossamento tipico della ciclista che va via incosciente con le maniche corte e non si protegge minimamente dal sole! Ma va bene lo stesso, anche un po’ abbrustolita: ricorderò così questo inizio d’estate. A presto, e speriamo di essere più numerosi la prossima volta: molta brigata, vita beata!

  • Riccardo Lucatti

    Gianfranco scrive:
    “Buon giorno. Un grazie per le foto che ci avete inviato. Sono tutte belle e anche un po’ poetiche.
    Queste sono cose che restano nella mente e nel cuore”.