PENSIERI DELLA DOMENICA MATTINA, ancora in pigiama …

pubblicato da: Riccardo Lucatti - 11 Novembre, 2012 @ 8:54 am
Cartesio: “Cogito ergo sum”

Detto altrimenti: cogito ergo sum … e poi … repetita juvant. Come? Non conoscete il latino? Nessun problema, traduco: “penso, rifletto, ragiono … pertanto io esisto” ovvero “io esisto in quanto essere pensante. Se non penso, se non rifletto, la mia esistenza non ha significato” e poi “ serve, serve ripetere le cose, altro se serve!”

1. Premio di maggioranza al partito o alla coalizione? Se va alla coalizione rischia di governare chi ha la maggioranza dei seggi e non chi ha la maggioranza dei voti (Moffa e Scilipoti docent).

2. Quanto serve per finanziare l’assistenza medica ai malati SLA? Circa 300 milioni di euro. Nessun problema: basta acquistare tre cacciabombardieri F35 in meno sui 90 programmati, visto che ognuno costa 105 milioni.

3. TAV. La Corte dei Conti francese ha espresso parere fortemente negativo sul TAV francese. Hollande cerca fondi per finanziare l’occupazione giovanile. Se Hollande boccia il TAV per recuperare fondi e il 3 dicembre lo dice a Monti, Monti può dire: “Vedete, non è colpa mia. Ho sempre detto e fatto dire dai miei ministri che il TAV s’ha da fare, ma vedete bene … sono costretto mio malgrado a cancellare questo investimento”. In tal modo Monti salva capra e cavoli e recupera anche lui molto fondi per …. la scuola pubblica, ad esempio!

4. Ma se Hollande non “convince” Monti a smetterla con il TAV, come la finanziamo la scuola pubblica? Nessun problema! Rinunciamo ad altri 2 caccia bombardieri e/o finanziamo di meno la scuola privata e siamo a posto .

5. Gli esodati? Bastano altri due caccia bombardieri in meno. Con il che da 90 siamo scesi a 83. E’ sempre un bel numero, non vi pare?

6. Debito pubblico: in miei post precedenti rilanciai l’idea che lo Stato emetta un prestito ad esempio di 500 miliardi (1/4 del debito totale) di euro “irredimibile” al 5%. In tal modo non si dovrebbe più restituire il capitale e si sostituirebbe a tali esborsi il pagamento dell’interesse abbattendo il livello del debito. Ove l’operazione avesse successo, si potrebbe proseguire su questa strada. Il sottoscrittore che volesse poi liquidare il suo credito, potrebbe farlo in borsa. Nel 1939 un’operazione del genere ebbe un gran successo. Perché non ripeterla?

7. Riduzione dei costi della politica. Silvio, ce  l’avevi promesso: 300 deputati e 150 senatori. E allora, minaccia di far cadere Monti se no lo fa … Quale migliore occasione?

8 – Finanziamento dei partiti … ops … scusate … rimborso delle loro spese elettorali … mi ero distratto, sicuramente mi sono perso qualcosa. Infatti se ne stavano occupando, se ne parlava come di una cosa urgente. Sicuramente sono stati fatti passi avanti. Chi mi sa aggiornare?

9 – Patrimoniale .. noo? La “comunista” Svizzera l’ha adotatta! Svizzera? … A quando la tassazione dei fondi “espatriati”? Francia, germania ed altri l’hanno già fatto. Noi noo? dai …

10 – Pensierino finale: …”l’indifferenza è il peso morto della storia … opera passivamente, ma opera … sconvolge i programmi, rovescia i piani meglio costruiti … tra l’assenteismo e l’indifferenza, poche mani tessono la tela della vita collettiva … perché la massa non se ne preoccupa …. e poi sembra che sia la fatalità a travolgere tutto … che sia un enorme fenomeno naturale …”

Per ora basta. E’ domenica, sono ancora in pigiama. Mi vesto e vado a fare colazione. Voi amici lettori intanto, cogitate e vedete se mi scrivete qualche vostro gradito commento. Ve ne ringrazio sin d’ora!


  • Edoardo P.

    Nelle caserme italiane vi sono 800 carri armati Leopard 1, prodotti in parte dalla Lancia di Bolzano negli anni 70, su licenza della Krauss Maffei tedesca. Si tratta di veicoli obsoleti, privi del sistema di stabilizzazione del tiro e quindi capaci di sparare solo da fermi. Rottami che costano un capitale in termini di manutenzione e logistica e che non servono a nulla. Accanto agli stipendi ed ai privilegi di cui godono le alte sfere dell’esercito, l’acquisto di 90 cacciabombardieri F35, c’è anche questo inutile spreco di denaro pubblico.

    • Riccardo Lucatti

      @Edoardo. Ebbi a scrivere: agli Italiani non serve un elenco (quello di alcune cose da fare), bensì due elenchi: 1) l’elenco di tutte le cose da fare; 2) l’elenco delle loro priorità.

  • Paolo De Lucia – Genova

    Ben altri e numerosi sono gli sprechi da rimuovere, cari amici; la Difesa, viceversa, è una delle principali “ragioni sociali” dello Stato. Lasciamo queste istanze ai perdigiorno che “marciano per la pace”, e non fermano neanche le guerre che si combattono tra i bambini, a base di pistole ad acqua…

    • Riccardo Lucatti

      @Paolo. Il mio babbo era maresciallo dei CC. Io ho prestato servizio militare. Non sono anti militarista. Sono anti sprechi. Da qualsiai parte provengano. Soprattutto di questi tempi. Infatti oggi è ormai “guerra” fra le diverse priorità. E invece deve essere “scelta ragionata” fra le priorità.